• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Attualità, Politica

LA CICLOVIA DELL’ACQUEDOTTO PUGLIESE DIVENTA “PRIORITA’ NAZIONALE”

PUGLIALa «ciclovia» dell’Acquedotto pugliese — dalla località campana di Caposele a quella pugliese di Santa Maria di Leucadiventa «priorità nazionale» nell’elenco dei percorsi ciclabili, finanziati con specifiche risorse nazionali. Lo ha stabilito un emendamento approvato dalla Camera, nel corso delle votazioni sulla legge di Stabilità per il 2016.

A darne conferma è stato, a mezzo twitter, lo stesso ministro dei trasporti, Graziano Delrio.

L’inserimento è avvenuto dopo la presentazione di un doppio emendamento a prima firma del deputato PD Salvatore Capone e del deputato M5S Diego De Lorenzis che hanno immediatamente recepito la richiesta della testata bikeitalia.it e del Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto di inserire anche un progetto del Sud Italia tra le ciclovie da ritenere di interesse nazionale.

L’emendamento è stato approvato con 421 voti favorevoli e un solo voto contrario.

“Per la prima volta lo Stato investe sulla bicicletta – ha dichiarato Paolo Gandolfi, consulente per la ciclabilità del MIT. – Una novità assoluta, un buon inizio. Nella legge di stabilità 91 milioni di Euro per ciclovie turistiche, velostazioni presso le stazioni ferroviarie e zone trenta nelle città. Voglio sottolineare soprattutto questi due aspetti, nascosti dalla rincorsa ai progetti per le ciclovie, tra cui la ciclovia del Sole, Vento, Grab, Acquedotto pugliese e altre che si aggiungeranno. La bicicletta deve essere il mezzo principale con cui si muovono le nostre città, la sicurezza e l’interscambio col trasporto pubblico sono fondamentali e nella legge di stabilità ci sono per la prima volta i soldi per cambiare il modo di muoversi nelle città italiane.”

Per sapere come saranno spartiti i 94 milioni di euro che la legge di stabilità prevede per il finanziamento delle 4 ciclovie, occorrerà aspettare il decreto attuativo che è atteso entro la prossima primavera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *