Andrano, Cronaca

VIOLENTA PER MESI UNA 12ENNE, ARRESTATO ORCO 55ENNE

Video terrificanti”, li definiscono gli inquirenti, “mai viste scene del genere”.

SALENTO – Un 55enne di Andrano e’ stato arrestato dai Carabinieri di Specchia per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti di una 12enne. Violenza che continuava dalla scorsa estate fino a pochi giorni fa.

I militari sono intervenuti, allertati dalla mamma della minorenne, che per puro caso ha preso il cellulare della figlia per una chiamata urgente e ha trovato immagini compromettenti.

La donna, è corsa a chiedere aiuto ad una Caserma dei Carabinieri lontana dal suo paese; la scelta è caduta sulla Stazione di Specchia.

Immediate sono partite le indagini per scoprire l’identità del violentatore e di lì a poco i carabinieri hanno bussato alla porta del 55enne di Andrano.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di accertare che i video memorizzati nel cellulare della bambina, inviati dal suo violentatore per minacciarla e continuare ad usarla, altro non erano che la punta dell’iceberg.

Per mesi la vittima ha subito in silenzio, schiacciata dalla paura e dalla vergogna, senza avere mai il coraggio di raccontare alla madre cosa le accadeva.

Video terrificanti”, li definiscono gli inquirenti, “mai viste scene del genere”. Questa le uniche frasi di chi ha avuto l’ingrato compito di visionarli e catalogarli, considerando che si tratta di Carabinieri “navigati”, alle soglie dei quaranta anni di servizio, induriti dall’esperienza di chi ha visto gran parte, ma a questo punto non tutta, la malvagità esprimibile degli esseri umani. Militari che avrebbero dato chissà cosa per poter “entrare fisicamente nel video” e strappare la bambina dalle grinfie dell’orco, ma ciò non era oramai possibile.

In alcune registrazioni si sente chiaramente la bambina implorare il suo persecutore di lasciarla stare. Fatti poi confermati anche in sede di ascolto protetto, dinanzi al Tribunale per i Minorenni.

Il telefonino, il tablet e il computer usati dall’uomo, per riprendere i rapporti sessuali e nelle cui memorie digitali sono stati recuperati i video, sono stati sequestrati.

Il Pubblico Ministero di turno, ha disposto che il 55enne fosse accompagnato a Borgo San Nicola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *