Salento, Tap

40 SINDACI IN MARCIA PER DIRE A RENZI CHE LA TAP E’ INUTILE.

sindaci in marcia a Bari (2)

LECCE –Sono circa una quarantina e si dirigono in marcia alla volta di Bari. Sono i sindaci della provincia di Lecce guidati dal promotore dell’iniziativa contro Tap, Luca De Carlo, primo cittadino del comune di Vernole, che in occasione dell’inaugurazione della 78esima Fiera del Levante sperano di avere un confronto con il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi, e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Sono partiti alle 11.30 dal Foro Boario, con un pullman da loro stessi organizzato, “armati” di fascia tricolore e slogan da trasmettere a gran voce al premier: “Faremo vedere che il nostro è un intero territorio contro la Tap”.

Schierati accanto al portavace di Vernole, ci sono i colleghi di Melendugno, Alezio, Bagnolo, Campi Salentina, Cannole, Caprarica, Carmiano, Casarano, Castrì, Castrignano dei Greci, Castro, Cavallino, Collepasso, Copertino, Cursi, Gagliano del Capo, Galatina, Guagnano, Lequile, Lizzanello, Martano, Miggiano, Monteroni, Neviano, Ortelle, Racale, San Cesario, Scorrano, Seclì, Soleto, Surano, Tiggiano, Tricase, Tuglie, Ugento e Zollino.

Sono loro che dicono “no” al progetto del gasdotto da 40 miliardi,su cui invece puntano Governo e Unione Europea. Ma non solo. Accanto ai primi cittadini della provincia, anche la commissione Via della Regione e il Ministero dei Beni Culturali, oltre a vari comitati No Tap.

È una sfida, un obiettivo da raggiungere, vogliono salvare il territorio e farsi portavoce dei cittadini che rappresentano: “Ci faremo sentire e combatteremo”, dicono speranzosi salendo sul pullman. Si affidano alla forza delle parole, ma con poca speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.