MoVimento 5 Stelle, Politica, Puglia

5 STELLE PUGLIA: “IN GIUNTA CON EMILIANO? CRIMI CI ASCOLTI

In queste ore ci uniamo ad altri portavoce e attivisti pugliesi affinché il reggente Vito Crimi ascolti e si confronti con la base del Movimento 5 Stelle Puglia»

“Gentilissimo Vito Crimi

con la presente ci uniamo all’iniziativa di altri gruppi di attivisti e portavoce pugliesi, facendo seguito alle numerose indiscrezioni giornalistiche che raccontano di un imminente voto sulla piattaforma Rousseau in merito all’ingresso nella maggioranza consiliare e nella Giunta Regionale pugliese di alcuni consiglieri neoeletti del M5S.

La tua decisione di ricorrere al voto su Rousseau sarebbe il frutto dell’esito di una riunione tra te ed i portavoce regionali, parlamentari ed europarlamentari oltre ai Sindaci pugliesi del M5S.

Visto che sei l’unico titolato a prendere una scelta politica che potrebbe impattare profondamente sul M5S e travolgere alcuni suoi principi cardine, ti chiediamo di incontrare l’unica platea che può, oltre te, caricarsi della responsabilità che una simile scelta comporta: gli iscritti Pugliesi del Movimento 5 Stelle.

Certi di un tuo celere riscontro, ti auguriamo un buon lavoro per gli imminenti Stati Generali.

Le indiscrezioni raccontano di un imminente voto sulla piattaforma Rousseau in merito all’ingresso nella maggioranza consiliare e nella Giunta Regionale pugliese di alcuni consiglieri neoeletti del M5S.

«Siamo stati sinceri con i cittadini. Non deragliamo proprio ora che c’è bisogno di un M5S lucido e disinteressato ai giochi del palazzo, oggi come non mai proteso a garantire i cittadini pugliesi contro la mala gestione», dichiara Francesca Sodero, attivista tricasina, alle ultime elezioni candidata al consiglio regionale.

«Che potere contrattuale avremmo, visto che Emiliano ha numeri abbondanti senza di noi per governare? – continua la Sodero – Come potremmo denunciare apertamente, bloccare, condizionare pesantemente in uno spirito di maggioranza? Metteremmo a rischio la poltrona per difendere i pugliesi, o andremmo avanti ad accontentarci di ottenere qualche briciola e sperando di lasciare qualche graffio su un sistema che andrebbe invece riformato dalla testa ai piedi? E cosa diremo ai pugliesi dopo tanto esserci consumati nei giochi di potere e di palazzo?».

«Ma ancora prima», conclude l’attivista pentastellata, «come potremmo guardarci allo specchio e guardare negli occhi i pugliesi ai quali abbiamo detto che ci siamo per offrire loro un’alternativa alla nefanda gestione di destra e sinistra in Puglia?

Non siamo così ingenui da pensare di poter cambiare un sistema con lo scalpello. Perché la forza enorme che noi abbiamo di far rigare dritta la politica ce l’abbiamo fino a quando le nostre mani restano libere. Libere di continuare stringere forte le mani dei cittadini.

La Puglia ha bisogno della forza del MoVimento 5 Stelle, non ha bisogno di un MoVimento annacquato e doppiogiochista, specialista in slalom e con in mano uno scalpello».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *