• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Tasse, Tricase

AL VIA ANCHE A TRICASE LA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE ESATTORIALI

TRICASE – Parte anche a Tricase la sanatoria per il recupero dei tributi locali o multe non pagati negli ultimi 16 anni.

Il Consiglio Comunale di Tricase ha deliberato la rottamazione delle cartelle esattoriali approvando il regolamento per la definizione agevolata delle entrate riscosse mediante ingiunzione fiscale.

Una possibilità che viene offerta dal decreto fiscale allegato alla Legge di Bilancio, dove si stabilisce che si potrà estinguere il debito nei confronti del Comune versando solo l’importo del tributo, al netto di sanzioni e maggiorazioni ulteriori e degli interessi di mora.

Sono tanti i contribuenti che potranno usufruire di questa possibilità: parliamo di tutti coloro che hanno ricevuto cartelle esattoriali dal 2000 al 31 dicembre 2016 per imposte tributarie e patrimoniali emesse dal Comune.

I contribuenti tricasini, così, potranno estinguere il proprio debito nei confronti dell’Ente Comune usufruendo di una riduzione significativa della cifra dovuta, questo grazie all’eliminazione delle sanzioni producendo un’istanza entro 90 giorni dall’approvazione del regolamento (si parte dal 1 febbraio).

Nell’istanza va indicato il numero di rate in cui si intende pagare. Si sceglie a seconda del debito.

Per importi fino a 100 euro rata unica entro il 30 settembre 2017;

Per importi da 101 a 300 euro 2 rate: 30 settembre e 31 ottobre;

Per importi da 301 a 500 euro 3 rate: 30 settembre – 31 ottobre – 31 dicembre;

Per importi oltre i 500 euro 5 rate: 30 settembre – 31 ottobre – 31 dicembre – 30 aprile 2018 – 30 settembre 2018;

In questo modo si dovrebbe riuscire anche a recuperare vecchi crediti, rimpinguando le casse comunali con cifre che rischiano di essere perdute a causa della prescrizione e/o decadenza.

“E’ stata una lotta contro il tempo, ma ce l’abbiamo fatta grazie ad una sinergica condivisione fra la Commissione Regolamenti, da me presieduta, – afferma il consigliere Nunzio Dell’Abate – e quella al Bilancio, retta dal collega Carmine Zocco, e con il tempestivo e prezioso ausilio della Dott.ssa Tasco, neo responsabile dei Servizi Finanziari.

Abbiamo optato per la massima rateizzazione consentita, nell’ottica di dare il più ampio respiro a coloro -e ci auguriamo siano in tanti- aderiranno a questa forma di concordato fiscale.

Tale strumento rappresenta un’ottima opportunità per il contribuente di ridurre significativamente il proprio debito chiudendo definitivamente la contesa fiscale, e per il Comune di riscuotere crediti ormai vetusti e di definire contenziosi ancora in piedi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *