• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Amministrative 2017, Politica, Tricase

AMMINISTRATIVE 2017: SINISTRA ITALIANA LANCIA IL SUO PROGRAMMA “3.0”

“Il Comune diventerà una casa di vetro – conclude il candidato sindaco di Sinistra Italiana -, se sarò eletto rinuncerò alla mia attività professionale e soprattutto, assieme agli assessori, garantiremo una presenza costante negli uffici pubblici. La nostra porta sarà sempre aperta. Ai cittadini chiedo di darci fiducia. Non se ne pentiranno”.

di Antonella Marchisella e Massimo Montebove

Promuovere il commercio e le attività turistiche, sostenere la redditività dell’agricoltura incentivando lo sviluppo dei servizi, supportare l’imprenditoria e le associazioni di categoria, creare un “museo diffuso” dell’artigianato e dell’arte. Sono alcune delle ricette “3.0” per il rilancio dell’economia locale che Sinistra Italiana lancia a Tricase in vista delle prossime elezioni amministrative che porteranno al rinnovo della locale amministrazione.

Nei giorni scorsi Sinistra Italiana ha presentato la propria lista autonoma che vedrà come candidato sindaco Sergio Fracasso, ingegnere, personaggio noto e stimato nella cittadina. “In qualche modo bisogna riformare e ricostituire il centro sinistra – ha detto Fracasso – che, come si è visto, si è frantumato in varie anime, qualcuna decisamente fuori posto. Abbiamo deciso di farlo da sinistra, quella sinistra che ha dimostrato in questi 5 anni di saper governare senza compromessi”.

Una lista giovane quella di Sinistra Italiana a Tricase, con 16 candidati al consiglio comunale di cui la metà donne: Lucia Amodio, Miriam Baglivo, Maria Rosaria De Benedetto, Daniela De Lorentiis, Nunzia Frascaro, Anna Maria Girasoli, Anna Maria Marra, Elisabetta Rizzo, Antonio Ardito, Riccardo Cavalieri, Andrea Cerfeda, Gustavo D’Aversa, Pasquale Giannelli, Andrea Panico, Antonio Panico e Gianluca Panico.

L’obiettivo di Sergio Fracasso, ambizioso, è quello di cambiare il volto di Tricase: per il centro storico, ad esempio, sogna la chiusura al traffico, l’istituzione di un’isola pedonale e la creazione di un vero e proprio “salotto”. Tutto questo unito al rilancio concreto dell’economia locale, partendo dai punti già citati.

Non solo. Anche in materia di parcheggi Fracasso sembra avere le idee chiare: “La soluzione – dice – è quella di individuare aree limitrofe alle zone di maggiore interesse: per il centro storico la zona Donna Maria attraverso il collegamento con la bretella lungo l’acquedotto; per Tricase Porto l’area a Monte in via Duca degli Abruzzi; per Marina Serra la zona a Monte in località San Basilio; per l’ospedale la zona limitrofa Betania e la via per Depressa; per la zona commerciale di piazza Cappuccini l’accesso tra la stazione e via Lecce e/o zona Lavari”.

Sinistra Italiana punta, in ogni caso, sul trasporto pubblico, sul bike-sharing e anche su una segnaletica urbana che sia efficiente. Proposte molto concrete, dunque, come per quel che riguarda le politiche per la casa, cavallo di battaglia di Fracasso e della sua lista: creazione di alloggi per l’emergenza abitativa, sostegno all’affitto e Imu ridotta per chi affitta i propri immobili come prima casa e un piano straordinario di recupero degli alloggi Erp.

“Il Comune diventerà una casa di vetro – conclude il candidato sindaco di Sinistra Italiana -, se sarò eletto rinuncerò alla mia attività professionale e soprattutto, assieme agli assessori, garantiremo una presenza costante negli uffici pubblici. La nostra porta sarà sempre aperta. Ai cittadini chiedo di darci fiducia. Non se ne pentiranno”.

Fonte: www.agenparl.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *