Cronaca, Santa Maria di Leuca

ANCORA SBARCHI A S.M. DI LEUCA: SOCCORSI 11 MIGRANTI.

Santa Maria di Leuca. Undici migranti non regolari sono giunti, nella tarda serata di ieri, presso il porto di Santa Maria di Leuca. Un viaggio rischioso, reso complicato, peraltro, dal vento che impediva le normali operazioni di soccorso effettuate dalla Capitaneria di Porto di Gallipoli. Si è reso necessario, infatti, l’intervento della motovedetta CP 310 per trasportare queste persone – presumibilmente siriane – non prima d’averle aiutate a circa cinquanta miglia a sud di Leuca.

Le operazioni – avviate nel pomeriggio dopo la ricezione di una chiamata giunta alla guardia costiera di Otranto – sono state coordinate dalla Direzione Marittima di Bari, disponendo l’impiego della motovedetta di Gallipoli; non solo. Il centro di comando barese ne aveva disposta un’altra in forza presso l’ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, più un velivolo della Guardia Costiera decollato da Pescara.

Avverse condizioni meteo marine – come già anticipato in apertura – all’inizio non stavano consentendo il rimorchio dell’imbarcazione sulla quale i migranti viaggiavano. Per tale motivo è stato effettuato il trasbordo degli occupanti al porto di Leuca. Una volta raggiunta la terraferma, ecco sopraggiungere cure mediche ad alcuni migranti con principi di ipotermia.

Terminate le fasi più concitate, i migranti venivano trasferiti presso il centro di prima accoglienza “Don Tonino Bello”, dove adesso avverranno le procedure burocratiche di rito volte ad identificare i viaggiatori. Nel corso della notte, la squadra investigativa interforze – attraverso degli accertamenti di polizia giudiziaria – cercherà di ricostruire nel dettaglio le dinamiche del flusso migratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *