Politica, Provincia di Lecce

BANDO “PICCOLI COMUNI”:COL SUPPORTO DELLA PROVINCIA DI LECCE PRESENTATA IERI LA PROPOSTA DI 27 ENTI LOCALI SALENTINI

La Provincia di Lecce continua a mettere a disposizione dei Comuni del
territorio la propria esperienza e le proprie competenze in tema di progetti partecipati.
E lo fa con una nuova iniziativa dedicata ai Comuni sotto i 5mila abitanti.
L’Ente di Palazzo dei Celestini, al quale la legge di riforma attribuisce funzioni
fondamentali di assistenza tecnica e amministrativa agli enti locali, ha infatti
assicurato il proprio supporto a 40 Comuni potenzialmente interessati, per candidare
una proposta di partecipazione al Bando del Dipartimento della Funzione Pubblica,
rivolto ai “Piccoli Comuni”, finalizzato a fornire alle amministrazioni locali un aiuto
concreto per il miglioramento della qualità dei servizi, l’organizzazione del
personale, il potenziamento dello smart working e la gestione degli appalti
pubblici.

A questa iniziativa di creazione di una “rete” partecipata hanno aderito 27
Comuni della provincia: Andrano, Arnesano, Bagnolo del Salento, Cannole,
Carpignano Salentino, Castrì, Castrignano dei Greci, Castro, Diso, Giuggianello,
Giurdignano, Martignano, Melpignano, Miggiano, Minervino, Muro Leccese,
Palmariggi, Salve, San Pietro in Lama, Sanarica, Seclì, Sogliano, Sternatia,
Supersano, Uggiano La Chiesa, Zollino
, che hanno individuato il Comune di Cursi
come soggetto capofila, necessario per presentare la candidatura.

La proposta di partecipazione al Bando è stata inviata ieri, e prevede lo
sviluppo di modelli di gestione delle politiche territoriali per il miglioramento
dell’efficienza organizzativa e dei processi amministrativi, anche attraverso forme efficienti di gestione associata di servizi locali, di gestione delle risorse provenienti dalla programmazione europea, di programmazione e gestione di piani e modalità di reclutamento del personale.

I 27 Comuni aderenti hanno, inoltre, sottoscritto un Protocollo con la
Provincia, che si impegna ad assicurare all’aggregazione intercomunale la propria
azione di sostegno, informazione e guida nell’approccio all’utilizzo delle procedure,
nella progettazione e per sostenere l’avvio di questa iniziativa e di altre, che si
attiveranno d’intesa e in partenariato con i Comuni sottoscrittori del Protocollo o che
si aggiungeranno in seguito.

“Con questa iniziativa la Provincia riafferma il suo ruolo di impulso all’azione
amministrativa e le proprie funzioni fondamentali di assistenza tecnica e
amministrativa agli enti locali”, dichiara il presidente della Provincia di Lecce
Stefano Minerva.

“Ringrazio il sindaco di Cursi, Comune capofila, tutti i sindaci dei Comuni
aderenti e gli uffici della Provincia che hanno lavorato a questo primo importante
traguardo, ed auspico che l’idea progettuale avanzata possa essere coronata da
successo. E’ nostro fermo obiettivo istituire un tavolo di confronto permanente, a cui
potranno partecipare anche tutti gli altri Comuni della provincia, per ideare un nuovo
futuro del territorio e fornire utili spunti anche nell’ambito del Recovery Plan
nazionale, da candidare sui fondi del Next Generation EU”, conclude Minerva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.