Ambiente, Economia, Lavoro, Tricase

BIOEDILIZIA A TRICASE…GUARDIAMO AL FUTURO TENENDO CONTO DEL PASSATO

TRICASE – Spesso ci lamentiamo che i giovani di oggi non hanno spirito di iniziativa, che mancano di forza di volontà a volersi rimboccare le maniche, aspirando al posto fisso, fuggendo verso quel nord tanto rincorso, quanto ambito e sono in tanti ad abbandonare la terra natia, per inseguire i propri sogni. Ma è grazie ai giovani se oggi a Tricase troviamo una realtà imprenditoriale di non poco conto, che puntando al rinnovamento tecnologico, grazie a nuovi metodi di marketing, si pongono l’obiettivo di raggiungere un traguardo molto ambito: quello di avere un mondo migliore, più pulito, più sano.

Ogni tipologia di mercato viene studiata ad hoc, con l’intento di stringere collaborazioni con le migliori aziende che operano in tali mercati, sorprendendo i clienti per l’alta qualità dei prodotti offerti. Una collaborazione importante è quella nella BIOEDILIZIA; non una collaborazione semplice, in quanto tante sono le aziende che oggi si presentano sul mercato, ma una sola offre il meglio in questo campo, in quanto ne detiene i brevetti, non una qualsiasi insomma, ma una collaborazione con chi ha vinto la rassegna espositiva internazionale di riferimento sull’eco-sostenibilità, che da oltre 20 anni raduna le imprese che operano nella filiera green. E non è certo da poco.

TERMOCASA Soluzione per La Casa, la nuova realtà imprenditoriale, di cui parliamo, ideata da un giovane volenteroso di Tricase, si presenta sul mercato con il meglio a tal riguardo, grazie ad una collaborazione con un’azienda leader nel settore della BIOEDILIZIA, (anch’essa di origini tricasine, che opera nel nord Italia), mercato nuovo che prevede la costruzione di immobili secondo standard elevatissimi di qualità, con lo scopo di abbattere i consumi di un immobile e quindi l’inquinamento.

       

Sfruttando la tecnica della CANAPA&CALCE, tale azienda permette, addirittura, di progettare e realizzare immobili con certificazioni talmente elevate, che tali immobili, possono essere progettati senza l’ausilio di impianti di riscaldamento o raffrescamento, ma non solo; già di per se l’utilizzo di questa tecnica fa si che le certificazioni siano elevate, ma si è voluto andare ben oltre, in quanto per dette realizzazioni di immobili, non solo si possono utilizzare, i conosciuti oramai, mattoni in CANAPA&CALCE, come alcune aziende specializzate già fanno, ma utilizzano un macchinario, brevettato dalla stessa azienda, che permette una costruzione “monolitica” delle pareti, senza l’utilizzo di mattoni, eliminando in tal modo la pur minima dispersione termica, sempre presente tra i singoli mattoni, che compongono un muro. Tale brevetto, tra l’altro può essere utilizzato per altre lavorazioni come la coibentazione di muri già esistenti, sia esterni che interni, o addirittura permette di utilizzare il composto come BIOINTONACO.

Inutile dire che hanno semplicemente reinventato una tecnica già utilizzata dai nostri avi, facendo si che ad oggi si possano raggiungere obiettivi non indifferenti, ma aguzzando l’ingegno si pongono al vertice del mercato della BIOEDILIZIA. Due aziende di TRICASE.

Ma quali sono i benefici?

Come già specificato, tali immobili, nelle classificazioni energetiche più elevate (Casa Clima Gold), possono essere prive di impianti di riscaldamento e raffrescamento, mantengono autonomamente la temperatura costante, sia in inverno che estate, in quanto riducono a zero le perdite di calore delle murature, ma tanti altri sono i benefici. Indichiamone i più importanti:

Isolamento termico: con il continuo susseguirsi di micro-processi di condensazione ed evaporazione all’interno dei micro-pori della miscela, è possibile bloccare il passaggio di caldo e freddo ;

Inerzia Termica: il materiale è in grado di accumulare calore e rilasciarlo lentamente, grazie al suo elevato peso specifico, con l’effetto tipico delle case di una volta con muri in pietra di grandi spessori, caldi d’inverno e freschi l’estate;

Traspirabilità ed assenza di condensa: il composto permette il passaggio dell’umidità in eccesso, evitando la condensa e la cattiva qualità dell’aria;

Respirabilità: il composto funziona come polmone, regolando l’umidità, ossia assorbe quella in eccesso rilasciandola, dall’ambiente più umido a quello più secco;

Isolamento acustico: il materiale, essendo naturale, riesce a garantire un ottimo isolamento acustico;

Riciclabilità: al termine della sua vita utile è TOTALMENTE riutilizzabile, una volta che lo stesso viene frantumato e impastato con acqua e calce;

Salubrità: grazie alla presenza della calce idrata, cotta a temperature più bassa del 30%, la miscela previene la “sindrome dell’edificio malato”, offrendo ambienti privi di ogni sostanza tossica per gli utenti e abitanti;

Durabilità: è un materiale “vivo” e grazie all’assenza di condensa è garantita una durata centenaria;

Eco-compatibilità: il composto necessita di un bassissimo livello di energia per la sua lavorazione.

Nuove realtà crescono a Tricase, a volte non c’è bisogno, forse, di guardare sempre e solo verso l’orizzonte, per raggiungere un obiettivo, ma basta volgere lo sguardo dietro l’angolo e appunto, aguzzare l’ingegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *