• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Andrano, Cultura, Europa

IL COMUNE DI ANDRANO SELEZIONATO PER IL PROGRAMMA EUROPEO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI “City Twinning”

Solo due le città italiane e 11 città in Europa. “Andrano entra nell’esclusivo circuito degli 11 Comuni Virtuosi in Europa per la resilienza sui Cambiamenti Climatici “City Twinning”
ANDRANO – Il Comune di Andrano è stato selezionato tra i vincitori del secondo Programma di Gemellaggio europeo “City Twinning”, promosso dalla Commissione Europea nell’ambito dell’iniziativa strategica per il clima Mayors Adapt (Covenant of Mayors), lanciata con l’obiettivo di far fronte ai cambiamenti climatici nelle città e nelle regioni d’Europa e di promuovere uno sviluppo urbano sostenibile.
Il Comune di Andrano è stato tra i primi Comuni in Europa a sostenere Mayors Adapt fin dal suo lancio, partecipando con una propria delegazione alla cerimonia di inaugurazione tenutasi nell’ottobre 2015 presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles. Proprio il costante lavoro nel tempo ha consentito al Comune di conseguire il brillante risultato ed essere tra le 11 città europee selezionate per il secondo bando del Programma di Gemellaggio e tra le sole due città italiane (Andrano e Isola Vicentina).
“City Twinning” è un Programma di Gemellaggio tra i Comuni d’Europa per lo scambio peer-to-peer di buone pratiche, con l’obiettivo di favorire la resilienza dei territori. Il programma connette città che hanno già sviluppato con successo buone pratiche di adattamento e mitigazione (le cosiddette “mentor cities”) con altre città che si candidano per acquisire know-how in vista della pianificazione di azioni future per il clima e l’ambiente (le cosiddette “learning cities”).
Il programma si articola in visite di gemellaggio, grazie alle quali si verifica “in situ” cosa è stato fatto e quali sono state le metodologie di lavoro e di finanziamento che hanno consentito di raggiungere risultati a livello territoriale.
“Il nostro Comune” – dichiara il Sindaco Mario Accotoè stato capace, grazie al lavoro fatto in questi anni, di entrare a far parte di questo progetto e mettersi al primo posto tra le più avanzate città italiane ed europee. L’obiettivo è di rendere il nostro territorio più relisiente rispetto ai cambiamenti climatici, riducendo le emissioni inquinanti e i gas serra e lottando contro la siccità e lo spreco delle acque. Si tratta di temi importanti in momenti in cui il dibattito sulle fonti fossili e sulle risorse naturali è molto acceso. Ma si tratta soprattutto di lavorare per il benessere della nostra comunità e per la salute delle generazioni future”.
La seconda call del programma, lanciata nell’estate del 2016, ha visto la partecipazione di 60 città. Le città selezionate sono state 11, provenienti da 7 nazioni europee. Solo due le città italiane, tra cui Andrano: unica area territoriale in Puglia e nelle Regioni obiettivo convergenza, e unica città del sud Italia.
Andrano, supportata nel dossier di candidatura e nel management del Programma di Gemellaggio da Cristina Belloni (project manager) e @Matteo Morelli (technical expert) della società POLISEMIA Consulenza e Formazione di Lecce, è stata gemellata con le città di Isola Vicentina, che svolgerà il ruolo di “mentor city”, e Agueda (Portogallo).
Insieme alle due città gemellate, Andrano lavorerà prevalentemente sul tema della gestione delle acque a livello urbano (in particolare, siccità, gestione delle risorse idriche e gestione degli allagamenti). La data delle visite di gemellaggio è in fase di definizione.
“Grazie al programma di gemellaggio” – afferma ancora il Sindaco – “il Comune di Andrano sarà in grado di mettere a sistema i risultati già raggiunti nel settore delle energie sostenibili – grazie alla redazione e all’implementazione del Piano di Azione per le Energie Sostenibili (PAES), previsto nell’ambito dell’iniziativa della Commissione europea del Patto dei Sindaci – e, soprattutto, acquisire know-how per la pianificazione strategica di azioni per il clima e l’ambiente con un obiettivo di medio-lungo periodo al 2030”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *