Cronaca, Tricase

CONDANNATI ADELCHI E LUCA SERGIO PER LA MORTE DELL’INGEGNERE PRECIPITATO DAL CAPANNONE.

LECCE – E’ stato condannato a due anni Adelchi Sergio, a capo dell’omonimo gruppo industriale di Tricase: l’uomo è stato riconosciuto colpevole del reato di omicidio colposo, per la morte dell’ingegnere milanese di 31 anni Lisa Picozzi, caduta da un’altezza di sette metri mentre era impegnata in un sopralluogo sul solaio di un capannone della ditta Selcom, a Tricase, di proprietà della famiglia Sergio.

A tradirla il rivestimento in eternit, che aveva coperto anche un lucernario, incapace di sopportare il peso di una persona adulta.

Un anno di reclusione è invece stato inflitto a Luca Sergio, al quale sono state riconosciute le attenuanti generiche.

Assolto, invece, perché il fatto non sussiste, Davide Scarantino, amministratore delegato della Sun System, l’azienda per cui lavorava l’ingegnere Picozzi. La sentenza è stata emessa oggi pomeriggio dal giudice monocratico Roberto Tanisi, dopo una camera di consiglio durata 4 ore. La mamma della 31enne, difesa dall’avvocato Massimo Bellini, si era costituita parte civile nel processo nei confronti dei due Sergio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.