Senza categoria

CONTINUAVA A PERSEGUITARE UNA DONNA NONOSTANTE IL DIVIETO DIAVVICINAMENTO. STALKER AGLI ARRESTI DOMICILIARI.


TRICASE: Ha continuato a perseguitare la sua vittima nonostante il divieto di avvicinamento che gli era già stato imposto. I militari della Stazione dei Carabinieri di Tricase e Spongano hanno arrestato un dipendente del Comune di Tricase, L. C. L’uomo, nonostante il divieto, si è reso responsabile dell’ennesimo atto persecutorio nei confronti della vittima.

Lo scorso 12 settembre intono alle 20:10, infatti, la vittima dello stalker ha visto aggirarsi nei pressi della sua abitazione l’uomo a bordo della sua auto, una “Fiat Stilo” di colore grigio chiaro. Incredula della sua presenza, in preda alla paura, la ragazza ha chiamato immediatamente il 112 per far intervenire una pattuglia
dei Carabinieri che è giunta successivamente all’allontanamento dello stalker. Subito dopo l’intervento dei Carabinieri, nei pressi del cimitero di Andrano, la donna ha notato a terra alcuni volantini.


Memore di altri scritti contro di lei e la sua famiglia, la donna si è fermata a verificare il contenuto dei volantini e, come temeva, ha scoperto che erano rivolti contro di lei con le seguenti frasi (scritte in un italiano quantomeno opinabile): “signora  preoccupata ai una malattia cronica di raggirare uomini; ti devi vergognare la tua vita e sempre da intrighi non ti vergogni che nel paese……. Si parla di te come ti comporti sei arrivata a una certa eta’ si spera che una persona …cambia – in peggio – povera stupita”.


Constatati i fatti, i militari dell’Arma hanno richiesto l’aggravamento della misura cautelare per l’uomo che è stata eseguita nel pomeriggio di oggi. L. Cora si trova agli arresti domiciliari. 


fonte: leccenews24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.