Cronaca, Lecce, Puglia, Salento, Salute, Sanita'

NUOVO CORONAVIRUS, ALLARME RIENTRATO, ESCLUSO CONTAGIO PER DONNA CINESE A LECCE

PUGLIA – Il dipartimento Salute della Regione Puglia, in relazione ai casi sospetti di infezione da 2019-nCoV verificatisi in Puglia negli ultimi giorni, informa che le indagini tempestivamente eseguite dal Laboratorio di Epidemiologia Molecolare e Sanità Pubblica della UOC Igiene Policlinico di Bari (già laboratorio di riferimento per le emergenze infettive) consentono di escludere che si tratti di infezioni da  nuovo coronavirus.

I campioni sono stati comunque inviati, come da indicazioni ministeriali e della task force della regione Puglia, all’Istituto Superiore di Sanità da cui si attende, nei prossimi giorni, la conferma definitiva, in considerazione dei tempi tecnici necessari per eseguire tali indagini di conferma.

Il caso riguardava una cittadina cinese, residente da tempo in Salento, che  giorni fa è andata al pronto soccorso dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce accusando febbre alta e difficoltà respiratorie.

La donna ha raccontato ai sanitari di essere stata a Roma per un incontro con dei parenti che erano di ritorno  dalla zona di Whuan, la città epicentro dell’epidemia di Coronavirus in Cina.

Questo ha fatto scattare subito l’allarme con l’attivazione del protocollo medico disposto dal ministero della salute per evitare il contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *