Cronaca, Tricase

CORRIERE DI TRICASE CON COCAINA PURISSIMA. ARRESTATO.

l fiuto dei cani antidroga non ha fallito neppure questa volta e lui – un 51enne residente in provincia di Lecce, ma in Svizzera per lavoro – è stato arrestato con al seguito un chilo di cocaina purissima, per un valore di oltre 100mila euro.

L’uomo, T.P. le sue iniziali, commerciante incensurato di Tricase, è ristretto da venerdì notte nel carcere “San Donato” di Pescara, dove si trova recluso con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arresto del 51enne è scattato lungo l’autostrada A14, nei pressi del casello di Francavilla al Mare, in provincia di Chieti.

È qui che le fiamme gialle della Compagnia di Pescara hanno intercettato una vecchia utilitaria con targa straniera, che procedeva a velocità sostenuta. L’auto, che presentava anche una vistosa ammaccatura, è stata così fermata per un controllo.

Le sorprese non hanno tardato ad arrivare. Il nervosismo del conducente, infatti, ha indotto i finanzieri a richiedere il supporto delle unità cinofile, riuscite poi a scovare la droga: mille e 50 grammi in totale, di cocaina purissima.

La sostanza, occultata in un panetto, era stata posizionata in un’intercapedine in acciaio, perfettamente sigillata, creata ad hoc sotto ai sedili della vettura. Ma ciò non è servito per eludere il fiuto del cane antidroga “Vagol”, pastore tedesco in forza ai militari abruzzesi.

Nei giorni scorsi, l’uomo è comparso davanti al gip di Pescara, che ha convalidato il suo arresto e la detenzione in carcere. Le indagini proseguono per accertare da dove provenisse la droga e quale fosse la sua destinazione finale.

Una cosa, tuttavia, è certa: il corriere della droga, in Abruzzo soltanto di passaggio, era diretto a Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.