Salute, Tricase

DELL’ABATE: ANCHE LA SALUTE CI SALUTA…E ALLORA SALUTE!!!

In campagna elettorale il candidato Coppola aveva promesso: “ci batteremo per la riorganizzazione dei servizi socio-sanitari, per trovare soluzioni che non penalizzino i cittadini di Tricase”.

In questi suoi tre anni di Amministrazione, il Sindaco Coppola -o meglio Tricase- ha perso dapprima i servizi riabilitativi ambulatoriali erogati presso il Centro Arcobaleno e da ultimo tutti i servizi sanitari, da quelli dislocati presso l’ex dispensario a quelli presso l’ex Tribunale per finire a quelli in via Dante. Tutti trasferiti a Gagliano del Capo. 

Nello stesso periodo, Comuni come Gallipoli o Ugento -quest’ultimo si trovava nella stessa “barca” di Tricase con il rischio di essere inghiottito da Gagliano- hanno inaugurato la propria Casa della Salute, conservando ed addirittura potenziando tutti i servizi socio-sanitari.

Ecco il link:  http://www.nunziodellabate.it/pdf/casa_salute_ugento.pdf

Sempre in questi tre anni, il Sindaco Coppola ha ignorato gli accorati appelli con cui noi della minoranza, offrendo tutto il nostro supporto politico-istituzionale, lo sensibilizzavamo ad attivarsi per conservare i servizi sanitari, se del caso anche attraverso una rivisitazione logistica degli uffici.

Ecco l’ultima nota che risale a un anno fa:

http://www.nunziodellabate.it/pdf/nota_servizi_sanitari_13marzo2013.pdf

Da parte sua solo slogan rassicurativi sulla stampa, neppure un Consiglio, un passaggio nella Commissione Consiliare, un incontro con la cittadinanza.

Ora dirà che la colpa è di Vendola, del Partito Democratico, del Direttore Generale dell’ASL, del Sindaco di Gagliano, dell’Amministrazione precedente e di chissà chi altri ancora.  Certamente non sua, sia mai.

Quando Coppola lascerà perdere i suoi faraonici progetti del mega impianto di compostaggio e delle fabbriche di rhum e sigari cubani e penserà veramente alla salute dei Tricasini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *