Politica, Tricase

DELL’ABATE: “UNA PIAZZA VERA PER TUTINO”

Il pubblico dibattito, tenutosi presso l’Oratorio Parrocchiale di Tutino su iniziativa dell’Associazione “La Culonna”, ha messo in risalto i desiderata di una comunità attiva e solidale ed è stato un momento di proficua riflessione per i partecipanti, me compreso.
Una fra le primarie esigenze avvertite è quella del rifacimento di piazza Castello con la pavimentazione a basoli e l’eliminazione della palistica dell’Enel.

Sarebbe un ottimo intervento, specie se fosse accompagnato da un percorso pedonale lungo tutto il perimetro del fossato del castello, previo consenso del proprietario del terreno -attualmente delimitato da un muro- ove termina il piazzale.
Ma, a ben pensare, Tutino non ha un luogo inibito alla circolazione viaria, che possa costituire momento di aggregazione e intrattenimento per giovani e meno giovani.

Una piazza vera e propria, intendo, dedita al vissuto quotidiano e vetrina promozionale del rione e del castello, nell’attesa che anche quest’ultimo prima o poi abbia la consona fruizione.
Limitando l’intervento al basolato, si rischia che il piazzale continui a essere destinato ad area a parcheggio.

Invece sarebbe opportuno circoscriverlo con fioriere o altre essenze arboree in vaso e con panchine e riempirlo con qualche struttura in legno o in altro grazioso manufatto da adibire alle più varie e tipiche attività enogastronomiche, artigianali, ludiche per bambini, musicali e d’intrattenimento contenuto, aperte sino a sera tardi, magari anche con la collaborazione e l’inventiva dell’esercizio commerciale già presente.

Sarebbe un bel colpo d’occhio con la facciata del castello alle spalle e un gioco di luci dedicato che ne metta in risalto i particolari.

Se poi si riuscisse anche a far rivivere il Castello, attraverso anche solo il semplice utilizzo di alcune stanze e dei giardini interni, sarebbe il massimo.
Basta crederci e attivarci tutti insieme.

Nunzio Dell’Abate – Pubblicato su Il Volantino del 27 febbraio 2016 (concessoci dall’autore)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *