Cronaca, Politica, Tricase

DESTITUZIONE COMANDANTE MUCI, LA MINORANZA: “ATTO GRAVE ED ABNORME”

TRICASE – La minoranza consiliare interviene sulla vicenda del mancato rinnovo dell’incarico al comandante della Polizia Locale Dr. Muci.

Atto ritorsivo e abnorme che non ha precedenti e non persegue affatto l’interesse pubblico.

E resto pure cauto nel definire il provvedimento con cui ieri il Sindaco Coppola ha di fatto destituito il Dr.Luigi Muci dall’incarico di Comandante del Corpo di Polizia Locale di Tricase.

Nei suoi anni di mandato il Sindaco, invece di tessere un rapporto di sana collaborazione con una eccellenza di funzionario, quale è indiscutibilmente il Dr.Muci, sfruttandone competenze e capacità, lo ha relegato in un angolo, instaurando un clima irrespirabile all’interno della macchina amministrativa con gravi risvolti per la cittadinanza e il territorio. 

Con ogni mezzo ha tentato di “liberarsi” del Comandante Muci, reo di non piegarsi al regime coppoliano e di perseguire la legalità e l’ordine pubblico. Ricordo, per tutti, il blitz della convenzione con il Comune di Tiggiano per l’esercizio associato delle funzioni di polizia locale, miseramente naufragato innanzi al Tar di Lecce. 

Ma Muci ha pagato in particolare la denuncia alla Corte dei Conti per il malaffare della gestione delle pratiche da insidie stradali affidata dalla Giunta Comunale direttamente alla AS srl, con unico socio un consigliere comunale in carica. Denuncia che ha portato alla condanna di Sindaco, Giunta e di un funzionario a risarcire il danno procurato alle casse comunali. 

Un lunga sequela di illegalità e di disordini contabili ed amministrativi, che non solo la minoranza ed i Revisori dei Conti ma anche il Comandante Muci, per dovere di ufficio, ha denunciato.

Ora mi aspetto la riconsegna della delega alla Polizia Locale da parte dell’Assessore al ramo che in ogni dove ha elogiato il Comandante Muci, da ultimo nella cerimonia informale di auguri di fine anno presso il comando. Ma per certe testimonianze di coerenza occorrono gli attributi.”

(Il Consigliere Nunzio Dell’Abate).

Al Comandante e all’Uomo Dr. Muci vanno tutta la nostra solidarietà per la scellerata decisione assunta dal Sindaco a quattro mesi dalla scadenza del suo mandato ed il ringraziamento per l’impegno e la professionalità profusi, nonché per gli encomiabili risultati conseguiti che hanno portato Tricase e l’intero corpo di Polizia Locale alla ribalta in provincia, con riconoscimenti pubblici giunti financo dalla Procura della Repubblica.

Senza nulla togliere al giovane neo assunto part time in periodo di prova Dr.Lanzillotti di categoria inferiore a quella del Dr.Muci, comunque alla sua prima esperienza di comando in un Comune di 18.000 abitanti e con pochi Vigili a disposizione, quest’atto non potrà che avere forti contraccolpi nel personale e nell’operatività della Polizia Locale”.

(I Consiglieri Gianluigi Forte, Vito Zocco, Guerino Alfarano e Pasquale Scarascia).

2 Comments

  1. un atto illeggittimo, vessatorio e ritorsivo.fossi il muci, metterei i puntini sulle i con i dovuti passi legali.la deve finire questo signore di asfaltare chiunque si opponga al suo regime.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.