Ambiente, Regione Puglia, Sport

DISCOVERING PUGLIA 2015 NATURA E SPORT.

DISCOVERING PUGLIA 2015 NATURA E SPORT  è il progetto di valorizzazione e fruizione turistica delle aree protette di Puglia.

Alla scoperta dei tesori naturalisti ed enogastronomici pugliesi

Dal Gargano al Salento 24 luoghi della natura fra parchi, riserve e aree marine protette ospiteranno 200 appuntamenti

Visite guidate, passeggiate naturalistiche, itinerari in bici, escursioni in barca, shooting fotografici, laboratori di educazione ambientale, degustazioni guidate, show cooking e tanto altro per promuovere il turismo naturalistico e attivo in Puglia

“La Puglia è bella per natura” è lo slogan che racchiude gli appuntamenti con i tesori naturalistici ed enogastronomici pugliesi in compagnia di “Discovering Puglia 2015 Natura e Sport” l’iniziativa che, in concomitanza con Expo 2015, porta alla scoperta dei parchi e delle aree protette pugliesi attraverso numerose attività turistiche gratuite in programma nei mesi di maggio e giugno.

Il progetto, promosso e organizzato da Regione Puglia, Agenzia Regionale del Turismo PugliaPromozione e Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con Legambiente Puglia e WWF, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa da Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, alla presenza di Angela Barbanente, vice presidente della Regione Puglia, Stefania Mandurino, PugliaPromozione, responsabile del progetto Discovering Puglia 2015, e Nicolò Carnimeo, presidente di WWF Puglia.

“Discovering Puglia 2015 Natura e Sport” mira a promuovere il turismo naturalistico e attivo in Puglia attraverso la fruizione dell’inestimabile patrimonio ambientale pugliese mettendo in luce il rapporto tra natura ed enogastronomia. Dal Gargano al Salento sono 24 i luoghi della natura resi fruibili: 13 parchi (di cui 2 nazionali e 11 regionali), 9 riserve (di cui 6 WWF), 2 aree marine protette.

«Il 13,8% di superficie regionale – commenta Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – è interessato da aree naturali protette, in particolare 2 parchi nazionali, 3 aree marine protette, 16 riserve statali, 18 aree protette regionali e 77 Siti di Interesse Comunitario, numeri che fanno della Puglia un territorio straordinario con una varianza pressoché unica e con una posizione biogeografia che la rende ponte naturale tra l’Europa centrale e l’Oriente Mediterraneo. Le aree protette e i parchi sono un bene comune, un’opportunità di sviluppo economico e un patrimonio indispensabile di biodiversità. Questo progetto valorizza il nostro invidiabile patrimonio archeologico, paesaggistico, enogastronomico e naturale, marchio di qualità vincente capace di generare flussi economici e riqualificare e rilanciare un’offerta turistica legata al territorio e all’ambiente».

Un patrimonio verde che ospita ben 200 appuntamenti messi in rete da circa sessanta organizzazioni, tra associazioni, guide escursionistiche e rurali e operatori del settore ambientale.
Visite guidate tematiche, passeggiate naturalistiche, itinerari in bici, trekking, parapendio, running, birdwatching, snorkeling, navigazione a vela, escursioni in barca, shooting fotografici, laboratori di educazione ambientale, degustazioni guidate, yoga, arti marziali, show cooking e spettacoli sono solo alcune delle attività organizzate dalla Legambiente Puglia e dal WWF Puglia nelle domeniche di maggio e giugno tra Gargano e Monti Dauni, area di Bari e la costa, Salento e area della Puglia Imperiale, Valle d’Itria e area della Magna Grecia, della Murgia e gravine.

«I parchi e le aree protette – afferma Stefania Mandurino, PugliaPromozione, responsabile del progetto – rappresentano sempre di più un forte richiamo per i turisti che decidono di venire in Puglia. In un momento di crescita del turismo naturalistico e attivo, infatti, Discovering Puglia rappresenta un’occasione per far vivere la Puglia in maniera sostenibile e slow e soddisfare la voglia di evasione, la ricerca di benessere e di riappropriazione del rapporto con la natura».

“Il calendario di Discovering è consultabile sulle cartoguide distribuite negli uffici d’informazione ed accoglienza turistica e nei parchi e disponibile online su www.viaggiareinpuglia.it e www.legambientepuglia.it. È inoltre possibile condividere sui social le esperienze di Discovering con #discoveringpuglia”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *