Attualità, Economia, Eventi, Lavoro, Territorio, Tricase

DOMENICA ALLE 13,00 SUI RAI TRE SI PARLA DEL CENTRO PER L’IMPIEGO DI TRICASE.

TRICASE/MIGGIANO –  Domenica 12 aprile alle ore 13,00 su RAI 3 va in onda la trasmissione “IL POSTO GIUSTO” durante la quale si parlera’ del Centro per l’impiego di Tricase e della storia di Ada e Donata, due ragazze che, dopo anni e anni di disoccupazione, decidono di mettersi insieme per aprire una lavanderia nel Comune di Miggiano. Le ragazze grazie alla preziosa collaborazione prestata dal Centro per l’impiego di Tricase sono riuscite a prendere un finanziamento a fondo perduto, con il quale hanno poi potuto avviare l’attivita’. 

Ancora una volta, il Centro per l’impiego di Tricase si distingue tra tutti.  Noi di Tricase News ne avevamo gia’ parlato a luglio 2014, quando fu riconosciuto  come migliore Centro il tutto il Sud Italia per la “performance più brillante” tra tutti i Cpi delle Regioni Convergenza.  Fu premiato nel corso di un convegno dall’ Ente nazionale per il Microcredito,  che e’ promotore del progetto “Microcredito e servizi per il lavoro” finanziato dal Fondo sociale europeo.  Il premio fu ritirato,  alla presenza del direttore generale delle Politiche dei servizi per il lavoro del Ministero del lavoro e delle politiche sociali Grazia Strano, dal responsabile del Cpi Tricase Carlo Baglivo e dal responsabile del progetto Microcredito del Centro Franco Turco. 

“Il Posto Giusto”  e’ un settimanale di informazione ed approfondimento sui temi del lavoro: le sue opportunità, i suoi attori, i suoi mercati, i suoi strumenti.

Per parlare – nel pieno di una delle più gravi crisi occupazionali – di giovani e di futuro, di paese e di Europa, ma anche di grandi storie che incrociano l’innovazione, di mestieri della tradizione che si fanno strada nella rete, di testimonianze reali che stanno cambiando il verso alla parola occupazione nel segno dello sviluppo e della connessione.

Segnando il tempo del racconto con una sequenza di “finestre” (4 per puntata) sull’Italia che inventa, che produce, che realizza progetti, che promuove servizi, che forma nuove leve e rilancia vecchie sfide, aprendosi ad un domani nuovo ed alle nuove parole d’ordine di un mercato che cambia in continuazione.

Con attenzione agli strumenti promossi dall’Europa e dal suo fondo sociale, alle norme ed alle facilitazioni derivanti dalle leggi italiane, per una diversa e più semplificata gestione della “domanda ed offerta” di lavoro e formazione e degli strumenti per mettersi in proprio, in un’italia che sta cambiando scenari e protagonisti e che ha bisogno di mettere al lavoro una nuova generazione di cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *