Cultura, Tricase

FIMMENE, LA MEMORIA COLLETTIVA DEL LAVORO NEL SALENTO. 9 OTTOBRE ACAIT -TRICASE.

fimmene tricaseTRICASE (Lecce) – Un incontro/dibattito per ricordare il lavoro e le lotte femminili nel settore del tabacco nel Salento. L’iniziativa, organizzata in occasione di 70 anni dalla nascita della Cgil, si intitola “Fimmene, la memoria collettiva del lavoro nel Salento” e si terrà giovedì 9 ottobre nei locali dell’Acait di Tricase, la più prestigiosa e longeva cooperativa di Puglia simbolo delle lotte sindacali della comunità tricasina.
Durante l’incontro si parlerà di questo importante pezzo di storia del Salento in cui si sono aperti scenari segnati da conquiste sociali e sindacali, ma anche da eventi dolorosi e drammatici. Le donne, le lavoratrici, le loro storie di sacrificio e coraggio, spesso determinanti per il cambiamento e l’emancipazione del

territorio, saranno protagoniste dell’iniziativa della Cgil di Lecce a cui parteciperà la segretaria generale della Flai Cgil nazionale Stefania Crogi. Al dibattito interverranno inoltre: Antonio Coppola, sindaco di Tricase, Fausto Durante, responsabile segretariato Europa Cgil nazionale, Antonella Cazzato, segretaria Cgil Lecce, Antonella Morga, segretaria Cgil Puglia, Luigi Sansò, componente del Comitato scientifico 70° Cgil Lecce. Coordina Monica Accogli, segretaria Flai Cgil Lecce.
L’iniziativa prevede un allestimento nell’Acait che ricostruisce le immagini e i suoni del lavoro delle tabacchine, grazie alla collaborazione del Comune di Tricase, del regista e creativo Donato Nuzzo e della ricerca e mostra fotografica di Daniela De Lorentiis. Il dibattito sarà introdotto e concluso con la musica di due delle voci più toccanti del Salento che si uniscono per la prima volta interpretando in dialetto e in griko canti di lavoro, d’emigrazione e d’amore. Il duo Enza Pagliara – Roberto Licci è un inedito, forse l’esordio di una nuova storia musicale in cui l’essenzialità delle voci torna protagonista. Enza Pagliara è tra le più amate cantanti del Salento, voce solista della notte della Taranta e ricercatrice di canti di tradizione orale e attualmente collaboratrice di Vinicio Capossela. Da solista ha pubblicato i dischi Donna de coppe (Unda Maris 2002), Frunte de luna (Unda Maris 2008, AnimaMundi 2009), Bona crianza (AnimaMundi 2012).
Roberto Licci, voce lirica e unica, è protagonista della musica di tradizione del Salento fin dagli anni ’70, quando militava nel Canzoniere Grecanico Salentino. Nel 1992 ha fondato i Ghetonìa, con i quali interpreta soprattutto canti in griko e con cui ha pubblicato molti album, i primi dei quali sono stati recentemente ripubblicati in Cd dall’etichetta AnimaMundi. Allo spettacolo partecipa anche il Coro della Regina Paza, diretto dalla Pagliara, che esegue canti corali di lavoro. Il Coro è frutto di un laboratorio sui canti popolari tenuto gratuitamente dalla cantante salentina già da due anni, al quale prendono parte appassionati amatoriali e musicisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.