• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Politica, Tricase

FRANCESCA SODERO (M5S): SUL RUDERE DI VIA BOTTEGO A TRICASE PORTO SI VADA FINO IN FONDO

Il Movimento 5 Stelle di Tricase ha protocollato nei giorni scorsi una interrogazione riguardante l'ordinanza che il Sindaco Carlo Chiuri ha fatto per la messa in sicurezza del rudere di via Bottego meglio noto come Ecomostro di Tricase Porto. "Si vada in fondo per la tutela della sicurezza dei cittadini"

La sottoscritta Francesca Sodero, in qualità di consigliere comunale del Movimento 5 Stelle di questo Comune,

PREMESSO CHE

– su disposizione del Sindaco, il Responsabile dei Settori Lavori Pubblici e Assetto e Governo del Territorio ha effettuato un sopralluogo alla presenza del S.Ten. della Polizia Locale presso l’immobile sito in Tricase Porto alla via Bottego identificato in Catasto al fg. — p. —;
– nella relazione susseguente, prot. 13864 del 23/08/2017, il suddetto Responsabile ha accertato che “l’avanzato stato di ammaloramento generale della struttura edilizia è tale da non escludere il potenziale pericolo di crollo di alcune parti della stessa”;
– con Ordinanza Sindacale del 29/08/2017 è stata intimata ai proprietari la riedificazione della recinzione al fine di impedire l’accesso a persone;

OSSERVATO CHE

– dal reportage fotografico integrato nella menzionata relazione emerge in tutta evidenza la fondatezza della valutazione svolta dal Responsabile anche ad un occhio inesperto;

RITENUTO CHE

– sia necessario un approfondimento, con adeguata strumentazione tecnica, dell’effettiva portata del rischio di crollo e, in particolare, delle possibili conseguenze che lo stesso, qualora riguardasse l’intera struttura, potrebbe determinare sulla stabilità del costone, già classificato ad elevata pericolosità geomorfologica(Perimetrazione PAI: PG3 – pericolosità molto elevata);
– il predetto approfondimento si renda necessario al fine di accertare la reale pericolosità del crollo per l’incolumità pubblica, stante l’assenza di adeguate ed efficaci misure di interdizione dell’accesso alla banchina nord del porto di Tricase, e, in ogni caso, dato l’uso dello specchio d’acqua sottostante come zona portuale di transito di natanti;
tutto ciò premesso, osservato e ritenuto,

CHIEDE

– se siano stati avviati o promossi, di concerto con tutte le altre istituzioni che potrebbero essere coinvolte, accertamenti più approfonditi sulla reale portata del pericolo di crollo dell’immobile e del danno che lo stesso potrebbe causare al di fuori del perimetro della proprietà;
– in caso di risposta negativa al precedente quesito, se non ritenga che sia necessario ed urgente promuovere tali più approfonditi accertamenti, nonché un tavolo di concertazione con le predette istituzioni, anche al fine di valutare la necessità di avviare ulteriori azioni e provvedimenti oltre a quelli già emessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *