MoVimento 5 Stelle, Politica, Tricase

FRANCESCA SODERO VS. PROVINCIA LECCE, DONNO (M5S): NESSUN DANNO D’IMMAGINE SE SI ESTERNANO PERPLESSITA’ POLITICHE

Donno (M5S) interviene su vicenda Tricase

TRICASE – Interviene il Deputato Leonardo Donno del MoVimento 5 Stelle nella vicenda che nei giorni scorsi ha visti protagonisti la consigliera comunale Francesca Sòdero e la Provincia di Lecce:

“ Al netto della correttezza e trasparenza nella procedura che ha interessato la nomina dell’Ing. Indino come Direttore Tecnico Generale della Nuova Salento Energia Srl, risulta spropositata la reazione della Provincia di Lecce che minaccia di querela una Consigliera Comunale eletta dai cittadini, allorquando esterna le proprie perplessità sull’opportunità politica della nomina in questione in concomitanza con gli accadimenti che stanno interessando la vita amministrativa del Comune di Tricase”

“Proprio per garantire ai concittadini la tutela delle proprie prerogative, bene ha fatto la consigliera Sòdero ad esternare la propria posizione – continua il parlamentare pentastellato – trovo assurdo che l’Ente Provinciale dichiari controproducente al corretto funzionamento della macchina amministrativa l’eventuale decadenza di consiglieri provinciali attualmente seduti nell’assise tricasina, giacché gli stessi verrebbero sostituiti come previsto dalle normative.”

“L’unica cosa che verrebbe intaccata dalla successiva attribuzione dei seggi in Provincia, sarebbero gli equilibri politici dell’assise provinciale, che nulla hanno a che vedere con la macchina amministrativa e che, in ogni caso, continuerà a funzionare – conclude Donno – Il dichiarare di voler valutare la sussistenza di eventuali lesioni all’immagine e al decoro perpetrate dalla Dott.ssa Sòdero nei confronti della Provincia di Lecce o del Presidente Minerva è eccessivo, se non grottesco. Quasi a voler tacitare una voce con la forza e la paura. Perché questo comportamento? Dovremmo supporre altro?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *