Meteo, Salento, Trasporti

FSE, MALTEMPO: SOSPESA LINEA ZOLLINO – GAGLIANO DEL CAPO E NIENTE AUTOBUS

Ferrovie Sud Est ha predisposto un piano per garantire la circolazione di treni e di autobus per la giornata di domani, martedì 10, e limitare i disagi.

Il servizio potrà essere ridotto qualora la situazione metereologica dovesse peggiorare oltre le normali condizioni di circolabilità.

Sono oltre 140 i tecnici al lavoro in queste ore nelle stazioni, lungo la linea ferroviaria e nelle officine per assicurare la disponibilità e l’efficienza degli impianti ferroviari e dei mezzi.

Stanti le previsioni meteorologiche della Protezione Civile, questi i servizi ferroviari e automobilistici programmati.

TRENI

Confermati i treni in arrivo e in partenza da Lecce, ad eccezione del treno Zollino – Gagliano del Capo (partenza ore 19.53).

Garantiti i collegamenti in arrivo e in partenza da Bari.

Il collegamento Putignano – Martina Franca, in partenza alle ore 21.55, sarà effettuato con treno invece che autobus.

I collegamenti ferroviari potranno subire rallentamenti per le avverse condizioni atmosferiche con conseguente allungamento dei tempi di viaggio.

AUTOLINEE

Sospesi i servizi automobilistici previsti sulle restanti linee e nella provincia di Lecce.

Linea 100 (Bari–Valenzano-Adelfia): garantiti i collegamenti automobilistici.

Linea 120 (Bari–Triggiano–Capurso–Cellamare): garantiti i collegamenti automobilistici.

Linea 150 (Bari–Monopoli–Fasano–Brindisi): collegamenti garantiti tra Bari e Fasano

Linea 160 (Polignano–Conversano-Turi-Casamassima) collegamenti garantiti tra Polignano e Conversano.

Linee 330 (Avetrana–Manduria-Sava), 360 (San Marzano–Taranto) e 380 (Taranto-San Giorgio–Taranto): collegamenti garantiti.

Linea 110 (Bari-Gioia del Colle-Taranto): garantite corse dirette tra Bari e Taranto, via autostrada.

Linea 350 (Lecce-Manduria-Taranto): il servizio sarà effettuato tra Taranto e Manduria.

FSE è in costante contatto con gli Organi competenti per monitorare l’evoluzione della situazione e attivare tempestivamente le misure di emergenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *