• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Politica, Tricase

GIOVANI DEMOCRATICI TRICASE IN DIFESA DI “PALAZZO COMI”: LA CULTURA NON SI SVENDE! LA CULTURA È UN BENE COMUNE

Comunicato dei Giovani Democratici di Tricase in difesa di Palazzo Comi

“Chi avrà l’onore di gestire il circolo cittadino di Lecce avrà anche l’onere di gestire Palazzo Comi”.

“L’abbinamento dei due immobili è conseguenza di un Palazzo non appetibile per la gestione privata”.

“Mai il comune di Tricase ha voluto farsi carico degli ingenti costi di gestione dell’immobile”

Queste sono le frasi che oggi si sono ascoltate durante la discussione su Palazzo Comi, nella sala che ha ospitato la commissione competente dell’Ente Provinciale.
Queste parole suonano come uno schiaffo ai cittadini di Tricase e di tutto il Sud Salento.
Non possiamo credere alle parole di chi declassa un patrimonio così importante per i cittadini ad un “onere” da accollarsi.
Non possiamo credere alle parole di chi afferma che la cultura non è “appetibile” rispetto ad un’azione imprenditoriale.
Non possiamo credere a chi afferma che un Ente “esterno” avrebbe dovuto farsi carico di costi non di sua competenza: è necessario ricordare che l’immobile di Palazzo Comi è di proprietà della Provincia di Lecce e non del Comune di Tricase.

Oggi però, durante i lavori della commissione e dopo aver ascoltato le audizioni dei tecnici sui punti giuridici e tecnici della questione, è stato ribadito che c’è il tempo materiale di fermarsi e di ripensare.

Nonostante sia impossibile, per motivi giuridici, annullare una sola parte del bando (quella relativa a Palazzo Comi), i Giovani Democratici di Tricase auspicano che si possa revocare totalmente il bando predisposto e si ripensi ad una nuova strategia per valorizzare al meglio Palazzo Comi, coinvolgendo i cittadini di Lucugnano, i cittadini di Tricase, le associazioni e il Comune di Tricase.
Questa è una delle possibilità messe sul tavolo della commissione. A nostro parere l’unica in grado di risolvere la questione.

Inoltre ringraziamo il comitato nato in difesa di Palazzo Comi, rappresentato da Simone Coluccia, tutti i consiglieri comunali (maggioranza e minoranza) e le istituzioni del Comune di Tricase, rappresentate da Antonio Coppola, Nunzio Antonio Dell’Abate e da Sergio Fracasso, i consiglieri regionali del Partito Democratico Ernesto Abaterusso e Sergio Blasi che, per primi e sin da subito, hanno dedicato la giusta attenzione ad una questione spinosa.

La cultura non si svende. La cultura è un bene comune!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *