Senza categoria

IL GOVERNO RECEPISCE L’ORDINE DEL GIORNO DELLA PROVINCIA DI LECCE SULLE MODALITÀ DI RISCOSSIONE DELLA TEFA.

SALENTO – La T.E.F.A. (Tributo per l‘Esercizio delle Funzioni Ambientali) a partire da quest’anno verrà riscossa direttamente dalla Provincia e non più per il tramite dei Comuni.

Per il cittadino non cambierà nulla, continuerà a pagare la T.A.R.I. (tassa comunale sul rifiuti) e la maggiorazione del 5% (c.d. T.E.F.A.) sempre tramite F24, ma l’Agenzia delle Entrate effettuerà direttamente il riparto fra gli enti.

Nessun rischio d’ora in avanti che quelle somme vengano trattenute dai Comuni, piuttosto che riversate alla Provincia per la pulizia delle strade provinciali.

Si pensi solo che alla data del nostro insediamento (maggio scorso) mancavano all’appello ben 14 milioni di euro, con grave ripercussione sui servizi ambientali di competenza; chiudiamo il 2019 con circa 6 milioni da recuperare, dopo una paziente ma decisa attività di sollecitazione talvolta sfociata nell’azione giudiziaria e nell’interessamento della Corte dei Conti.

Una grande conquista, in termini di sburocratizzazione e di certezza dei servizi, partita dal nostro Ordine del Giorno di agosto scorso con cui chiedevamo al Governo proprio l’istituzione di un codice tributo ad hoc che risolvesse l’empasse.

Un lavoro a sei mani, fra organo politico uffici finanziari e del contenzioso della Provincia, che ha portato beneficio agli enti interessati ed ai cittadini nel contempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *