• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Salute

IO POLIOMELITICO COSTRETTO A PAGARMI LE CURE DA SOLO.

SALENTO Avrebbe speso circa 1000 euro se si fosse curato nel suo territorio, il Salento, tra massaggi, massoterapia, ginnastica riabilitativa, trattamenti ultrasuono e invece Salvatore Caputo, presidente dell’associazione MIDU, é partito a Firenze, per sottoporsi a terapie riabilitative, spendendo solo 200 euro di viaggio. L’uomo, affetto dalla nascita da poliomelite, ha necessità come tanti, sono dai 3 ai 5 mila i pugliesi colpiti da poliomelite, di sottoporsi a massaggi, massoterapia, manipolazioni, idroterapia. 

Purtroppo l’azienda sanitaria leccese, ma a sentire Caputo, tutte le Asl pugliesi, non offrono i servizi necessari in convenzione come accadeva sino a due anni fa, quando il sistema sanitario, garantiva le terapie ai pazienti disabili, in esenzione. “Sino a un paio d’anni – racconta Salvatore Caputo – potevo recarmi nei centri privati del Salento che, avendo una convenzione con l’Asl, potevano darmi dei servizi terapeutici gratuitamente, seppure con qualche pecca, i trattamenti che sarebbero dovuti durare da venti minuti ad una mezz’oretta, come la massoterapia o i massaggi, duravano invece cinque minuti, l’idroterapia che prevede l’acqua a 35 gradi, non l’ho mai trovata in nessuna struttura riabilitativa della Puglia. 

L’unica vasca sarebbe a Casarano, ma l’acqua è a 18 – 20 gradi e per me che ho già gli arti ghiacciati, non va bene rischio di abbassare troppo la temperatura corporea. Nonostante ciò – continua Caputo – riuscivo comunque ad andare avanti, anche perchè la situazione era stabile, purtroppo negli ultimi tempi le mie condizioni di salute sono peggiorate, Continua a leggere su Sanitasalento.net

Fonte: www.sanitasalento.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *