• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Politica

ITALIANI SCARSI IN EDUCAZIONE FINANZIARIA E “PAPA’ PERSONE PERBENE”

Avete visto il tweet del ministro dell’economia? Quando si dice avere dei ministri competenti in materia. Era il 31 ottobre del 2014, non passa nemmeno un anno e PATATRAC, FALLISCONO QUATTRO BANCHE. Poi in seguito al salvataggio delle stesse banche ne spara altre ancora in Commissione Bilancio della Camera. “Il salvataggio delle quattro banche ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica, il problema della scarsa educazione finanziaria degli italiani“. Avete capito?  Dice che noi Italiani siamo carenti in educazione finanziaria, come se parlasse di educazione fisica, siamo poco e male informati e quindi potenziali vittime di abusi da parte di speculatori. Chissa di chi sara’ la colpa, forse di una cera stampa……

Passiamo ad un’altra ministra, Maria Elena BOSCHI che alla presentazione del libro di Vespa ha detto che suo padre è una persona perbene e che Banca Etruria non ha ricevuto favoritismi dal (suo) governo. Sara’ come dice lei?

Solo due dati per farvi capire che credono di avere a che fare con gente che ha l’anello al naso, ed in parte hanno ragione visto il rincoglionimento generale da cui la maggior parte della gente e’ ormai affetta, perche’ se al posto di papa Boschi ci fosse stato il fratello di Berlusconi tanto per citarne uno a caso, sarebbe venuto giu’ tutto e invece no, qui si parla della presentazione del libro di Vespa che sforna libri come se fossero brioche.

Dal 2011 fino al commissariamento dell’11 febbraio 2015, il papà Pierluigi BOSCHI faceva parte del Cda Etruria. Non appena la figlia Maria Elena BOSCHI diventa ministro, IL PAPA’ DIVENTA VICEPRESIDENTE DELLA BANCA. Non solo: IL MINISTRO E’ AZIONISTA e il fratello è dipendente. Conflitti di interesse CASUALI.

Ma passiamo oltre, la Banca Etruria viene commissariata a febbraio 2015, per un buco di 3 miliardi, sei volte il suo patrimonio netto, ma le obbligazioni subordinate vengono ancora sbolognate agli ignari e incolpevoli risparmiatori (che il governo Renzi vuole far passare per “speculatori”). Bankitalia, constatando le “forti criticità crescenti” e una situazione disastrosa, commina multe per 2.5 milioni di euro al cda della Banca. Viene multato per 144mila euro anche Pierluigi BOSCHI. Per cosa? “Carenza organizzazione e controlli interni, carenza gestione e controllo del credito, violazioni in materia di trasparenza, omesse inesatte segnalazioni”. PRATICAMENTE NON HA FATTO NIENTE DI TUTTO QUELLO A CUI ERA DEPUTATO A FARE: anzi, ha fatto l’esatto contrario. Senz’altro persona “perbene”, come dice la figliola, ma che verosimilmente ha sbagliato lavoro, ma anche no come direbbe il buon Veltroni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *