Ambiente, Cronaca, Economia, Giustizia, Salento, Tricase, Tricase Porto

LA FORESTALE SEQUESTRA UN AUTOSPURGO E DENUNCIA TRE PERSONE TRA TRICASE E SALVE.

Salve Autospurgo
Un sequestro e tre denunce. È questo il risultato dei controlli effettuati dal personale del comando stazione forestale di Tricase in diverse località del basso Salento.
Ma andiamo per ordine. In agro di Salve, località “Posto vecchio”, è stata scoperta la realizzazione di un ampliamento al fabbricato esistente con mattoni in cemento e copertura in travi in legno per una superficie complessiva di circa 100 mq, nonché una piscina di forma irregolare posta sopra una grotta all’interno della quale sono stati ritrovate modeste quantità di rifiuti non pericolosi per le quali è stata elevata una sanzione amministrativa. Tali opere edili

permanenti e non autorizzate sono state realizzate in terreno ricadente in zona E2 (verde agricolo) e sottoposta a vincolo paesaggistico. Per questo motivo, gli agenti hanno denunciato il proprietario, un 68enne originario di Morciano di Leuca, ma residente in Svizzera, al quale è stato anche imposto la rimozione ed il relativo smaltimento del materiale.

A Tricase, poi, in località “Tricase Porto”, adiacente al prospetto di un fabbricato è stata ricavata una veranda con pannelli di vetro su intelaiatura meccanica, mentre nel giardino è stata realizzata un’area pavimentata mediante sopraelevazione del piano di calpestio. Tali opere sono state realizzate in zona E, sottoposta a vincolo paesaggistico ed idrogeologico. Anche in questo caso, è stato denunciato il proprietario di 67 anni residente a Milano, per la realizzazione di opere edili permanenti non autorizzate.
Infine, a seguito di segnalazione circa un’attività notturna di smaltimento illecito di liquidi in alcune località del basso Salento, gli agenti del comando stazione forestale di Tricase hanno scoperto – dopo averlo pedinato – nel comune di Salve un uomo alla guida di autospurgo che versava liquami, tramite un tubo di gomma collegato alla cisterna, all’interno di un tombino a ridosso di un’abitazione. Denunciato il conducente del mezzo, nonché proprietario della ditta, per smaltimento illecito di liquame fognario proveniente presumibilmente da abitazione civile. Sequestrato l’autospurgo. 


fonte: ilpaesenuovo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *