• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Approfondimenti, Politica, Specchia

LA MEGA ROTATORIA APPROVATA ALL’UNANIMITA’ DAL CONSIGLIO COMUNALE DI SPECCHIA DEL 06/09/2004

SPECCHIA – Arrivano le prime risposte alle domande che ci eravamo posti ieri sulla Mega rotatoria dello scandalo di Specchia. Chi era il Sindaco e chi era il delegato al consorzio per il Comune di Specchia? Quanto e a chi sono stati pagati gli espropri ?

La rotatoria o per meglio dire rondo’ cosi’ definito nell’ambito della discussione e’ stata approvato all’unanimita’ dal consiglio comunale di Specchia del 6 settembre 2004 per essere realizzata dal SISRI senza che nessuno se ne sia avveduto in alcun modo in pochi giorni dopo ben 11 anni.

12366444_1219755951373471_6905964071686041163_n    1618583_1219756131373453_6044684945381748474_n (1)    10313303_1219756021373464_5704659809127240656_n

all’interno del Progetto definitivo delle opere di completamento delle opere di urbanizzazione previste nell’agglomerato industriale denominato Tricase/Specchia/Miggiano per un importo totale di € 4.968.470,00 come si puo’ ben vedere dalle foto sopra.

Un centinaio di alberi di Ulivo sradicati per fare posto ad una rotatoria di un diametro di oltre 150 metri il tutto avallato all’unanimita’ da un consiglio comunale che forse non sapeva neanche di cosa si stesse parlando o se lo sapeva ha lasciato piu’ o meno colpevolmente andare. Eppure in una delle foto sopra (la terza) un consigliere di minoranza il Dr. Ricchiuto, prende la parola e “chiede se il SISRI  si sia posto il problema del piano di esproprio visto che la previsione di un rondo’ invece di un cavalcavia occupa molta piu’ superficie da espropriare, superficie che riguarda soprattutto i cittadini di Specchia in quanto si sta parlando di una estensione di circa 6 ettari”. 

quadro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *