Salute, Sanita', Tricase

L’altra faccia della Sanità, al Panico di Tricase competenza e cuore. La lettera di un cittadino

TRICASE – Pagine e pagine sono state dedicate all’argomento sulle testate giornalistiche, numerosi servizi tv dedicati a quella che purtroppo è il tallone d’Achille di molte regioni italiane. Parliamo della Sanità, di quel settore della vita pubblica su cui sono tanti a puntare il dito a causa di disservizi e malfunzionamenti. E purtroppo a ben ragione.

Oggi, però, come è stato già fatto, vogliamo raccontare una storia di Buona Sanità che, a differenza della più famosa Buona Scuola, è quella vissuta davvero “nella sua bontà” sulla pelle dei cittadini che in situazioni di necessità più o meno critiche si trovano a dover richiedere  cure mediche.

In queste ore abbiamo ricevuto la lettera di un cittadino di Martano, il signor Fernando, che un giorno di fine estate si è trovato a dover fare i conti con un infarto. Immediato è stato il ricovero presso l’ospedale Cardinale G. Panico di Tricase.

Scrive Fernando “per condividere con Voi la mia esperienza presso il reparto UTIC dell’ospedale Panico di Tricase” e racconta “Sono stato trasportato durante la notte dal 118 con infarto in corso, e il reparto di emodinamica è prontamente intervenuto con un angioplastica coronarica primaria dopo avermi sottoposto ad un’attenta coronografia, risanando con competenza e professionalità la situazione critica”. Insomma, un’esperienza che lascia il segno in chi la vive e che richiede unintervento tempestivo al fine di poter salvare la vita di un paziente. E la tempestività – oltre che la professionalità- presso il nosocomio di Tricase….Continua a leggere su www.leccenews24.it

Si ringrazia Leccenews24.it per la gentile concessione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *