Cultura, Storia, Tricase

LO STORICO TRICASINO GIOVANNI U. CAVALLERA VINCE IL PREMIO INTERNAZIONALE CIRSE

Lo storico tricasino Giovanni U. Cavallera con “il libro sulla civiltà bizantina “Dove Platone riceve il battesimo” ha vinto il Premio Internazionale CIRSE 2016 per la ricerca storico-educativa.

La Commissione ha dato la seguente motivazione:

Il volume affronta coraggiosamente un tema di grande impegno e in parte disatteso dalla storia dell’educazione com’è quello della formazione nella complessa e quasi millenaria vicenda dell’Impero Romano d’Oriente. Nel quadro del fecondo intreccio fra pensiero ellenistico, eredità giuridico-letteraria romana e cristianesimo, tratteggia il progressivo delinearsi della specificità propria della cultura bizantina, con le sue ricadute sul versante educativo, illuminato da una profonda visione teologica. Lo studio offre uno spaccato storico-critico, documentato da fonti e letteratura critica, che orienta alla lettura di una originale pedagogia della formazione dell’uomo, messa in scacco proprio dall’oblio della romanità e dei suoi perduranti valori classici, nel passaggio travagliato del tardo impero romano d’Oriente, dall’antichità alla modernità.

Il premio verra’ conferito il 9 giugno 2017 a Livorno  nell’ambito del Festival «Educazione, scuola e consumo» (Livorno, 8-9 giugno 2017), patrocinato dal CIRSE.

Il CIRSE – Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa si propone di promuovere, valorizzare e sviluppare la ricerca storico-educativa, di diffonderne la conoscenza e di favorire lo sviluppo dei rapporti tra gli studiosi e i cultori di questo settore scientifico disciplinare per mezzo di una rete di interscambio nazionale ed internazionale.

Dal 1980, anno della sua fondazione, tiene vivo il dibattito metodologico ed interpretativo realizzando convegni, seminari e incontri di studio.

La sua rivista semestrale Rivista di Storia dell’Educazione (già Nuovo Bollettino Cirse) raccoglie i contributi dell’attività culturale dei soci per sintetizzarne i risultati e divulgare le tematiche della ricerca storico pedagogica.

Giovanni U. Cavallera, dopo essersi laureato presso l’Università Cattolica di Milano, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filosofia dell’educazione presso l’Università di Firenze e quindi l’abilitazione all’insegnamento di Filosofia e Storia nei licei, superando successivamente il relativo concorso a cattedra.

Ha curato l’«Archivio della Pedagogia Italiana del Novecento» (Firenze) per la «Fondazione Nazionale Vito Fazio-Allmayer». È redattore di “Porphyra. International academic Journal in Byzantine Studies”, collaboratore del Centro di Studi Bizantini “Magnaura” di Venezia, redattore di alcune collane scientifiche. Oltre al suo interesse per la civiltà bizantina (Cultura ed educazione a Bisanzio; La Scuola di san Paolo dell’Orfanotrofio e l’evergetismo dei Basileis Romani d’Oriente; La visione dell’uomo nella teologia bizantina, ecc.), si è occupato del pensiero del positivismo italiano, cui ha dedicato monografie e pubblicazioni (Andrea Angiulli e la fondazione della pedagogia scientifica, Lecce 2008; Roberto Ardigò. La Morale dei positivisti e la religione civile, Lecce-Brescia 2013; ecc.), ma ha anche pubblicato studi sulla filosofia neoidealista, partecipando come relatore a diversi convegni scientifici.

Socio ordinario del Centro Italiano per la Ricerca Scientifico-Educativa, collabora con la Società di Storia Patria per la Puglia, di cui è Socio ordinario, con l’Università del Salento e con il Centro Interuniversitario di Bioetica e Diritti umani. Attualmente insegna Filosofia e Storia nel Liceo scientifico “Arturo Tosi” di Busto Arsizio (VA).

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *