Cultura, Miggiano, Scuola, Storia

MIGGIANO, DONATO COLUCCIA PRESENTA IL LIBRO “DIMENTICATI DALLA STORIA”

MIGGIANO – L’ Istituto Comprensivo di Miggiano , guidato dalla Preside Prof.ssa Maria Abbondanza Baglivo, è una realta territoriale che si distingue in quanto a iniziative.

Il 26 e 27 Gennaio accogliendo un progetto per andare al cuore e alla mente per avvicinare la memoria: La deportazione degli I.M.I. (Internati Militari Italiani) miggianesi nei lager nazisti”, nato con l’intento di far conoscere alle nuove generazioni, la triste storia dei deportati miggianesi dopo l’ 8 settembre 1943, in occasione della giornata della memoria si è tenuto un incontro tra il luogotenente dei carabinieri Donato Coluccia nipote di un internato e autore del libro ”Dimenticati dalla storia” Storie di miggianesi nei campi lager nazisti, e le classi V B e V A con le loro insegnanti Donata Ferraro e Cosima Bramato.

E’ stata proiettata la Shoah spiegata ai bambini. La misteriosa scomparsa di aghi e spille dalla bottega dei fili di Nuvoletta Gentile. Una storia difficile da raccontare ma necessaria cosi come lo sono le domande dei bambini che hanno il bisogno di sapere e capire . I bambini che avranno memoria saranno adulti migliori di noi. Ognuno di voi è importante allo stesso modo. Che siate Aghi , Spille, Gomitoli Forbici o Bottoni, senza di voi non si può fare alcun vestito degno di questo nome.

Questo è il messaggio del racconto ai bambini. Poi si è parlato del libro, delle testimonianze dei racconti degli internati miggianesi, delle loro foto del diario poi regalato a ciascun bambino. Ed ancora sono seguite le domande dei bambini incuriositi di conoscere: “Le atrocità dell’olocausto sono ancora attuali e abbiamo imparato qualcosa dalla storia?” Sicuramente tanta malvagità non si è più ripetuta nella storia ma ancora abbiamo tanto da imparare nel mondo avvengono ancora tante ingiustizie il genicidio del Ruanda per esempio. Per questo non dobbiamo dimenticare la storia ma ci deve servire per essere degli uomini migliori nel futuro. “Sono stati fatti degli esperimenti sugli internati miggianesi?” No, perchè vennero prelevati e trasportati nei campi lager per essere utilizzati come manodopera considerati come “animali” senza nessun diritto. E’ stato importante per i ragazzi vivere questa giornata per conoscere i legami che c’erano e ci sono con la propria comunità.

A conclusione dell’incontro è stata citata una frase di don Tonino Bello sulla pace: “Tutti possiamo essere costruttori di pace”. Ognuno nel suo piccolo può far parte di un “ Esercito della Pace”. Se I bambini avranno memoria saranno adulti migliori di noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.