• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Sport

Mondiali IAADS e ITTADS: torniamo da vincitori!

Peccato che il nostro presidente del consiglio non sia cosi’ attento ai ragazzi  della Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale, COSI’ COME LO E’ STATO CON IL DUO PENNETTA VINCI QUANDO SI RECO’ A SPESE DEI CONTRIBUENTI ITALIANI IN AMERICA. L’occasione era ghiotta, MA LA VISIBILITA’ MEDIATICA STAVOLTA NON C’ERA E TANT’E’

La nazionale azzurra torna dal Sudafrica dove si consacra come nazione fondamentale nello scacchiere mondiale dell’atletica leggera riservato ad atleti con SINDROME DI DOWN.  Riportiamo in Italia  un totale di 27 medaglie conquistate nell’atletica leggera e 5 nel tennis tavolo. Per un mero conteggio matematica alla fine saranno 19 oro (18 nell’atletica e uno nel tennis tavolo), 9 argento (7 nell’atletica e 2 nel tennis tavolo) e 4 bronzo (divise tra i due sport).

 

E’ stato il mondiale di un gruppo fantastico, è stata la manifestazione di una squadra unita, coesa e capace in un evento solo di migliorare quanto di ottimo non fosse già stato fatto nel passato, in poche parole è stato l’evento che ci consacra come una delle nazioni più forti al mondo! Alla fine otteniamo come numero di medaglie il maggiore numero di oro tra le nazioni partecipanti, ma ci classificheremo terzi nella classifica a squadre nell’atletica leggera (dietro Sud Africa e Portogallo), dato che non intacca minimamente il risultato ottenuto a Bloemfontein.

E’ stato il mondiale di Nicole Orlando, tre oro e un argento personali al primo appuntamento mondiale: la piemontese pagherà alla fine un po’ di stanchezza nella finale dei 200 metri che consentirà alla piccola Sara Spano di far diventare quello sudafricano anche come il mondiale della sedicenne sarda, oro nei 400 e nei 200, bel colpo!

Sempre tra le donne Giulia Pertile, con i due oro nella marcia, ha portato a 9 le medaglie mondiali individuali della sua ricchissima bacheca, diventando l’azzurra più medagliata di sempre; Silvia Preti ha conquistato oro e record nei lanci categoria mosaico, Giovanna Tiano si è resa protagonista di un 800 metri che alla fine sarà ricordata come la gara più avvincente di questo mondiale. Menzione d’onore per Sara Bonfanti, protagonista nelle staffette ma anche nel giavellotto, gara nella quale arriverà terza.

Tra gli uomini non possiamo non citare Stefano Lucato e Gabriele Festa: la loro “rivalità” nella marcia gioca a favore di un Italia che, negli 800 e 1500 marcia, si porterà a casa ben 4 medaglie, due oro e altrettanti argento. Rondi è ancora il signore indiscusso del salto in lungo, ma il lombardo si prenderà anche la soddisfazione di un bronzo sui 100 metri battendo quel Mancioli che, poco più tardi, si rifarà con gli interessi conquistando l’argento nei 200 metri. Zugno e Casarin rappresentano il cuore di una nazionale che, nonostante l’età, non molla mai, le staffette femminili andranno meglio di quelle maschili che comunque totalizzeranno due secondi posti. Nieddu sarà importante nelle staffette, mentre per Bora e Capitani, entrambe esordienti, ci sarà tempo per rifarsi.

Nel tennis tavolo sarà Nadia Cannonieri a conquistare l’unico ma preziosissimo oro vinto dalla squadra italiana, mentre le due medaglie d’argento le conquistiamo con la gara a squadre e il doppio maschile composto da Mondino e Giomo, con l’ultimo capace anche di mettersi intorno al collo un bronzo nel singolare maschile. D’Oria completerà il novero delle medaglie con un bronzo nel doppio giocato con il portoghese Goncalves.

Ci dicono che chi vada via dall’Africa senta la nostalgia di un continente dai colori e suoni particolari: noi ricorderemo sempre i colori della nostra bandiera e il suono dell’inno italiano di questi splendidi mondiali.

Nicole Orlando (T21) – Oro, 100 metri;

Nicole Orlando (T21) – Oro, Triathlon;

Nicole Orlando (T21) – Oro, Salto in lungo

Roberto Casarin (T21) – Oro, Triathlon;

Stefano Lucato (T21) – Oro, 1500 marcia maschile

Stefano Lucato (T21) – Oro, 800 marcia maschile

Giulia Pertile (T21) – Oro, 1500 marcia femminile

Giulia Pertile (T21) – Oro, 800 marcia maschile

Sara Spano (T21) – Oro – 400 metri

Sara Spano (T21) – Oro, 200 metri

Gabriele Rondi (T21) – Oro, salto in lungo

Giovanna Tiano (T21) – Oro, 800 metri

Michele Zugno (T21) – Oro, 800 metri

Silvia Preti (M) – Oro Peso

Silvia Preti (M) – Oro, Giavellotto

Silvia Preti (M) – Oro, Disco

Staffetta 4×100 femminile – Oro

Staffetta 4×400 femminile – Oro

Michele Zugno (T21) – Argento, 1500 metri;

Gabriele Festa (T21) – Argento, 1500 marcia

Gabriele Festa (T21) – Argento, 800 marcia

Nicole Orlando (T21) – Argento, 200 metri

Luca Mancioli (T21) – Argento, 200 metri

Staffetta maschile 4×100 – Argento

Staffetta maschile 4×400 – Argento

Gabriele Rondi (T21) – Bronzo, 100 metri;

Sara Bonfanti (T21) – Bronzo, giavellotto

Riepilogo: 18 oro, 7 argento, 2 bronzo

Tennis Tavolo

Gara a squadre (Mondino, Giomo e D’Oria) – Argento

Italia vs Turchia 3 – 0

Italia vs Sudafrica 3 – 0

Italia vs Francia 2 – 3

Doppio maschile (Mondino-Giomo) – Argento

Semifinale : Italia vs Francia 2      3-0

Finale: Italia vs Francia 1              1-3

Doppio maschile (D’Oria – Goncalves) – Bronzo

Semifinale: Italia/Portogallo vs Francia 1         2-3

Singolare femminile: Oro, Cannonieri

Singolare maschile: Bronzo, Giomo

Riepilogo: 1 oro, 2 argento, 2 bronzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *