Senza categoria

MULTE CON IL PHOTORED NON VALIDE ANNULLATE PER MANCATA NOTIFICA IMMEDIATA.

Due i motivi per i quali il giudice ha accolto il ricorso dell’automobilista multato: il photored deve essere segnalato e la multa contestata immediatamente.

La presenza del dispositivo va per legge segnalata e la contestazione deve essere immediata. Questi i motivi per i quali il giudice di pace Giuseppe Paparella ha deciso di annullare una multa notificata ad un automobilista leccese che era passato con il semaforo rosso.
Oggetto in questione è il temuto photored, sistema installato su cinque incroci della città di Lecce pronto a scattare foto alle auto che non rispettano il semaforo. L’apparecchiatura, che con l’alto numero di infrazioni ha sempre permesso di rimpinguare le casse comunali, potrebbe non essere più valida. Almeno, non alle condizioni attuali.

Ciò che la sentenza – depositata il 23 ottobre – chiarisce è che: i photored vanno segnalati agli automobilisti in maniera opportuna, perché rimangono deterrenti a favore della sicurezza stradale; che la contestazione del verbale deve essere immediata e non è quindi contemplata l’assenza della polizia municipale sul luogo.
“L’assenza non occasionale di agenti operanti – scrive il giudice – non appare consona all’utilizzazione di un apparecchio di rilevamento automatico, né appare superabile alla luce del disposto dell’articolo 384 del codice della strada”.

“È un’importante precedente – ha spiegato Elena Zacheo, avvocato dello studio legale Montinaro che ha portato la vicenda davanti al giudice – anche perché fino ad oggi in molti hanno scelto di evitare il ricorso a causa dei costi eccessivi”. La sentenza del giudice di pace ha quindi aperto un capitolo nuovo, che prossimamente potrebbe veder arrivare centinaia di ricorsi di automobilisti multati.

photored (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.