• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Eventi, Salento, Salute

NOTTE DELLA TARANTA: ALLESTITA POSTAZIONE MEDICA AVANZATA.

Grande dispiegamento di forze al Campo Sanitario allestito per la Notte della Taranta dalla Asl Lecce in collaborazione   con la Croce Rossa Italiana.

La Postazione Medica Avanzata che sarà allestita già domani in occasione della anteprima della Festa, avrà una estensione di oltre 1500 metri quadrati: sono presenti una tenda triage del 118 per la valutazione e la stabilizzazione del paziente, una tenda gestita dalla Croce Rossa con 22 posti branda per i codici giallo e verde e una tenda del 118 con 4 posti branda intensivi per i casi più gravi. La postazione CRI é dotata di attrezzature per il monitoraggio e la defibrillazione mentre nella postazione 118 sono presenti anche attrezzature per il pace-maker transcutaneo e ventilatori meccanici. Nella PMA saranno utilizzati anche due cardiovox per l’esecuzione di Ecg on line.

La dotazione di personale prevede la presenza di un medico 118 e un anestesista-rianimatore, 8 infermieri, 3 operatori sanitari e 2 autisti coordinati dal dottor Maurizio Scardia, direttore della centrale operativa 118 di Lecce. Al personale della Asl si aggiunge quello della Croce rossa italiana: saranno attivi 100 volontari del soccorso organizzati anche in “squadre itineranti” per il recupero dei pazienti nell’area della festa. Le squadre itineranti sono dotate di defibrillatore semiautomatico, telo con maniglie e pallone Ambu per il soccorso e il trasporto rapido del paziente. In tutta l’area della festa saranno presenti anche diversi automezzi di soccorso: é stata infatti prevista la presenza di un mezzo di soccorso avanzato 118, due automediche, 1 fuoristrada, 1 modulo catastrofi 118 per le maxi emergenze con tavolo spinale e gruppo elettrogeno.

La Croce Rossa Italiana mette a disposizione 8 ambulanze di cui 4 presso il campo sanitario per il trasporto rapido dei pazienti, una presso il Convento degli Agostiniani, una presso i Vigili del Fuoco, una nell’area parcheggi e una nei pressi della locale stazione ferroviaria Sud-Est.

“Il nostro impegno é quello di garantire la migliore assistenza sanitaria durante un evento la cui portata diventa ogni anno più importante – dice Giovanni Gorgoni, Direttore Generale Asl Lecce – in collaborazione con la Croce Rossa Italiana abbiamo allestito un vero e proprio ospedale da campo perfettamente in grado di rispondere ad ampie esigenze di diagnosi e cura in emergenza-urgenza. I dati registrati negli ultimi tre anni hanno messo in evidenza che in più della metà dei casi gli stati di malessere sono causati da ebbrezza e traumi di diversa natura: resta pertanto l’invito a vivere la festa come straordinario momento di aggregazione vitale e di sano divertimento”.

La media degli interventi è di 100 casi all’anno: nella maggior parte dei casi (circa 70 per cento) si tratta di stati di ubriachezza e traumi più o meno gravi. La media dei tre anni riporta il 62 per cento di codici bianchi, il 37 di codici verdi e solo nel l’uno per centro dei casi è stato registrato il codice giallo mentre non c’è mai stato un codice rosso. Dal 2012 al 2014 sono stati trasportati al vicino ospedale di Scorrano 3 pazienti all’anno.

“Negli ultimi anni spesso siamo intervenuti per stati di malessere dovuti a eccesso di alcol o per traumi, spesso da taglio – dice Maurizio Scardia, coordinatore dei soccorsi – una maggiore attenzione a dove vengono risposte le bottiglie di vetro o la loro sostituzione con contenitori di plastica quando possibile eviterebbero molti traumi che rischiano di trasformare la festa in un evento poco piacevole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *