• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Alessano, Pallavolo, Sport

PALLAVOLO, AURISPA ALESSANO: TIE BREAK AMARO CONTRO AVERSA

I biancoazzurri di rendono protagonisti di una bella rimonta, dopo aver ceduto nettamente i primi due set alla squadra campana. Presa per mano da Cernic, ben supportato da Jeliazkov, la squadra del Presidente Venneri rimonta alla grande, ma nel set decisivo non riesce a conservare un vantaggio di tre punti cedendo ai vantaggi.

Un’Aurispa Alessano dai due volti cede per 3-2 alla Sigma Aversa davanti al proprio pubblico. La squadra di mister Mastrangelo regala i primi due set all’avversario, risultando deficitaria in tutti i fondamentali, poi inverte la rotta e, trascinata da un immenso Cernic, mvp con 28 punti, riapre la partita portando i campani al tiebreak. Nel quinto e decisivo set, complice anche la condizione non ottimale di alcuni giocatori, i biancoazzurri sprecano un vantaggio di 3 punti (12-9) e alla fine cedono per 18-16, rimanendo con l’amaro in bocca insieme a tutti i tifosi che come al solito hanno incitato i propri beniamini per tutta la partita.

L’Aurispa Alessano, orfana ancora di Piscopo parte con la formazione uscita vincitrice da Santa Croce, ossia con la diagonale Lucas Salim-Jeliazkov, Borgogno e Cernic in banda, Muccio e Torsello centrali, Bisanti libero. Mister Bosco schiera la formazione tipo con Putini in regia, Santangelo opposto, Libraro e Hister laterali, Robbiati e Giacomelli al centro, Vacchiano libero.

L’Aversa parte subito con convinzione e si porta sul 6-2, con la correlazione muro difesa che è molto efficace e Santangelo che piazza due ace. L’Alessano latita in attacco e gli ospiti ne approfittano per aumentare il vantaggio e portarsi sul 9-4. I biancoazzurri non riescono a trovare il bandolo della matassa e i campani si trovano a condurre 13-7; ci pensa Lucas Salim con un muro e un ace a riportare sotto l’Aurispa per il 13-16. Ma l’Aversa ritrova subito il +5 (20-15), ancora grazie ad una buona difesa ed un efficace contrattacco. Pronta è ancora la reazione biancoazzurra con Jeliazkov che si scrolla di dosso il torpore iniziale e con un servizio efficace mette in difficoltà la ricezione avversaria consentendo all’Aurispa di rifarsi sotto per il 19-21; Santangelo spara out per il 20-21, poi trova il mani e fuori del 22-20 Aversa. È Torsello, dopo un attacco vincente dell’opposto bulgaro, a murare Santangelo per il 22 pari. L’Aversa si conquista il primo set point con una veloce di Robbiati, poi Libraro mura Bulfon per il 25-23 finale, dopo 29 minuti di gioco.

Secondo parziale con l’Alessano che tenta la fuga per il 2-0 iniziale, ma Aversa impatta subito e si porta sul 4-2, facendo ancora affidamento sul muro. Santangelo sigla il quinto punto per la propria squadra, poi Jeliazkov spara fuori ed è 6-2 Aversa. Ancora il muro campano ferma Cernic per il 7-2 che costringe mister Mastrangelo a bruciare il secondo time out del set. L’Aurispa riesce pian piano a riportarsi sul -2 (8-10), ma Libraro con un diagonale vincente e due errori degli attaccanti biancoazzurri ristabiliscono il +5 per Aversa (13-8). Il vantaggio ospite aumenta per il 17-11 con un muro di Robbiati su Cernic. Due volte Cernic (attacco in diagonale vincente e muro su Robbiati) e un attacco sbagliato da Santangelo e l’Aurispa si rifà sotto (16-18), con mister Bosco che ricorre al time out. Libraro risponde da par suo a Cernic (attacco vincente e muro), poi un ace sporco di Robbiati e l’Aversa scappa sul 21-16. Nuovo tentativo di riavvicinamento dell’Aurispa per il 20-22, ma gli ospiti conquistano il 24-21 con una fast di Robbiati; dopo una lunga azione è un errore di Borgogno in attacco che dà il punto del 25-21 in 33 minuti.

Terza frazione con Aversa che, come in precedenza, cerca di scappare (4-2), ma l’Aurispa, trascinata da Cernic, raggiunge il 5 pari; ancora l’attaccante goriziano sigla due punti per l’8-6 biancoazzurro. Due doppie fischiate alla squadra campana e un muro di Marzo (entrato al posto dell’infortunato Borgogno) e il punteggio arriva al 14-9 per i padroni di casa. L’Aurispa prende il largo con un’altra doppia fischiata a De Rosas (entrato per Putini) ed è 16-10. Mister Bosco effettua una girandola di sostituzioni per cercare di recuperare lo svantaggio, ma i biancoazzurri riescono ad amministrare l’ampio margine accumulato (20-13), e con Cernic chiudono il set 25-17 in 26 minuti.

Quarto parziale che si apre con due ace di Cernic per il 2-0 Aurispa; ancora il laterale biancoazzurro in pipe per il 3-1. Due attacchi vincenti consecutivi di Santangelo ristabiliscono la parità (4-4), poi Aversa si porta sul 7-5 con un pallonetto dal centro di Robbiati. La coppia Cernic-Jeliazkov sigla i punti per l’8-8, poi Muccio mura Robbiati e ribalta la situazione (9-8); un’invasione di Libraro in attacco è l’Aurispa va sul 10-8. Una battuta vincente di Muccio incrementa il vantaggio dei padroni di casa per il 13-10, seguita da una pipe di un immenso Cernic e un doppia fischiata a Putini per il 15-10. L’Aversa è in confusione, Santangelo spara out da posto quattro per il 16-10 biancoazzurro; un muro di Muccio su Libraro consente all’Alessano di andare avanti 21-14; poi è sinfonia Aurispa che non lascia scampo ai campani e si impone con il punteggio di 25-15, con il muro di Jeliazkov su Libraro che chiude i conti dopo 26 minuti e manda le squadre al tie break.

Il quinto set parte con l’Aversa che si porta sul 3-1, dopo una lungo controversia al video-check che alla fine assegna un punto ai campani. Cernic in pipe e un muro di Torsello su Santangelo ed è nuova parità (3-3), poi una trattenuta fischiata a Hister porta l’Aurispa sul 4-3. Due volte Robbiati (fast e muro su Cernic) ed è 5-4 Aversa; i campani scappano sul 7-5 e conservano il doppio vantaggio al cambio campo (8-6). Alla ripresa del gioco un doppio Cernic per l’8-8. Jeliazkov regala il nuovo vantaggio all’Aurispa (10-9), seguito da un muro di Muccio su Santangelo per l’11-9. Cernic sigla l’ace del 12-9, ma l’Aversa non demorde e recupera per il 11-12, con mister Mastrangelo che si rifugia nel time out. I campani raggiungono la parità con un errore in attacco di Jeliazkov (12-12), poi ribaltano la situazione con un muro su Marzo (13-12). Il primo matchpoint è per Libraro e soci ed è annullato da un mani e fuori di Jeliazkov; un muro di Torsello e la possibilità di vincere è per l’Aurispa, ma Jeliazkov manda in rete il servizio per il 15-15; nuova possibilità per gli ospiti sul 16-15, annullata da un’invasione del muro campano (16-16). Ancora gli ospiti hanno un’occasione sul 17-16: sull’attacco biancoazzurro Jeliazkov manda il pallone fuori per il 18-16, dopo 31 minuti di gioco, che sancisce la vittoria della squadra di mister Bosco

Il tabellino:

Aurispa Alessano: Muccio 11, Marzo 4, Cernic 28, Lucas Salim 3, Bonante, Bulfon, Torsello 7, Baldari, Jeliazkov 24, Russo (L) n.e., Borgogno  4, Bisanti (L). All. Mastrangelo, ass. coach Bramato.

Ace 7, B.S. 22, Muri 15. Ric.: pos. 67%, perf. 40%. Att. 47%

Sigma Aversa: Di Florio, Santangelo 24, Vacchiano (L), Putini 2, Razzetto, Libraro 13, Hister 8, Attanasio (L), Robbiati 9, De Rosas 1, Valla, Montò, Giacobelli 4. All. Bosco P., ass. Bosco A.

Ace 12, B.S. 6, Muri 9. Ric.: pos. 52%, perf. 30%. Att. 42%

Arbitri: Merli Maurizio e Toni Fabio della sezione di Terni

Parziali: 23-25; 21-25; 25-17; 25-15; 16-18. Durata set: 29; 33; 26; 26; 31.

Area comunicazione Pallavolo Azzurra Alessano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *