• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Alessano, Pallavolo, Salento, Sport

PALLAVOLO SERIE A/2: AURISPA ALESSANO UN’ALTRA OCCASIONE PERSA

La squadra biancoazzurra, senza l’influenzato Bisanti, perde l’ennesimo tiebreak di questa stagione contro il Lagonegro e partirà nella Pool salvezza con nove punti in classifica. Nonostante la prova brillante di capitan Cernic, l’Alessano nei momenti decisivi dell’incontro rimane vittima dei soliti passaggi a vuoto che alla fine hanno pesato sul risultato.

L’Aurispa Alessano si fa male da sola e incassa una nuova sconfitta al quinto set, sprecando l’occasione di conquistare tre importantissimi punti da portare nella seconda fase del campionato. La squadra di mister Mastrangelo parte ancora una volta in formazione rimaneggiata dovendo rinunciare a Matteo Bisanti, vittima di un attacco influenzale, comunque degnamente sostituito da Davide Russo. I biancoazzurri hanno subito la pressione nel primo set, ceduto all’avversario in maniera netta, per poi reagire nella seconda frazione. La svolta della partita nel terzo set, dove, dopo aver avuto l’occasione di vincere sul 24-23, i padroni di casa hanno avuto un passaggio a vuoto, cedendo il parziale per 26-24. Anche nel quinto set una partenza disastrosa (3-8) è stata annullata da un perentorio recupero (8-9), ma alla fine i soliti errori hanno consegnato la partita al Lagonegro. Ancora una prova magistrale di Matej Cernic che, insieme all’opposto norvegese Kvalen, ha totalizzato 24 punti. Ora da domenica comincia la Pool salvezza con l’Aurispa che parte con 9 punti in classifica e che d’ora in poi dovrà sbagliare il meno possibile per giungere alla fine del girone nella miglior posizione possibile.

Sotto la direzione dei signori Grassia e Autuori, l’Aurispa Alessano parte con la diagonale Lucas Salim – Argilagos, Borgogno e Cernic laterali, Muccio e Piscopo centrali, Russo libero. Mister Falabella si affida a l’ex biancoazzurro Piazza in cabina di regia, Kvalen opposto, Galabinov e Boscaini in posto quattro, Cubito e Giosa al centro, Maiorana e Fortunato alterni nel ruolo di libero.

Preme subito sull’acceleratore la squadra ospite che si porta sul 3-0, sfruttando una ricezione biancoazzurra balbettante; l’Alessano non è ancora in partita e Lagonegro, con due muri consecutivi, aumenta il distacco per il 6-2. I padroni di casa sono contratti, commettendo errori su errori: Piazza e compagni ne approfittano per prendere il largo arrivando a condurre 20-13. Il solo Cernic riesce ad essere efficace in attacco cercando di mantenere a galla la squadra; ma il set è ormai compromesso con Lagonegro che ha a disposizione nove setpoint: al secondo tentativo è Boscaini con un mani e fuori a chiudere i conti per il 25-16 in 22 minuti.

Seconda frazione con inizio fotocopia: Lagonegro approfitta degli errori biancoazzurri e si porta sul 5-2; Alessano non riesce a sfruttare le tante possibilità per accorciare il gap: alla fine è un errore in attacco di Galabinov a portare l’Aurispa sul -1 (11-12), ma la squadra di mister Falabella ripristina subito il margine di vantaggio portandosi sul 15-12. Scatto d’orgoglio dei padroni di casa che riescono ad impattare per il 16-16, con Cernic ancora trascinatore; Borgogno con un attacco sporcato dal muro trova il primo vantaggio dei padroni di casa (19-18); nell’azione successiva Kvalen sbaglia l’attacco ed è 20-18 Aurispa. Nuovo calo in ricezione per l’Alessano ed è parità (21-21), ma è ancora uno stratosferico Cernic a trovare con una magia il punto del 24-22: nell’azione successiva, dopo due salvataggi miracolosi delle difese, ancora il capitano biancoazzurro piazza il diagonale del 25-22, dopo 26 minuti di gioco.

Il terzo set inizia con le due squadre che lottano punto a punto: è Lagonegro a trovare il primo break (10-8), con Piazza in battuta che mette in difficoltà la ricezione dei padroni di casa; l’Aurispa ribalta il risultato passando a condurre 13-12, con Cernic che picchia al servizio, ma gli ospiti piazzano subito il controbreak per il 14-13. Boscaini trova la pipe del 18-16, ma la reazione dei biancoazzurri è immediata: subito pareggio (18-18), poi sorpasso con un muro di Piscopo e un attacco di Argilagos (21-19). Il vantaggio interno aumenta per il 23-20, con un rigore dell’opposto cubano; Kvalen e due muri consecutivi riequilibrano la situazione (23 pari); Argilagos da posto quattro trova il 24-23 Aurispa; due punti del subentrato Gabriele, ribaltano la situazione (25-24), poi Borgogno manda out l’attacco per il 26-24 Lagonegro dopo 33 minuti.

Quarto parziale in equilibrio fino al 7-7, poi l’Aurispa accelera e si porta sull’11-8; Piscopo con una fast incrementa il vantaggio biancoazzurro per il 14-10, ma Lagonegro non molla e raggiunge Alessano sul 16 pari. Cernic e Piscopo con due punti a testa danno il nuovo +4 alla squadra di mister Mastrangelo (20-16); nonostante il tentativo della squadra ospite di rientrare nel set, stavolta l’Aurispa riesce a gestire il vantaggio e ad imporsi con il punteggio di 25-20, con Piscopo che mura Gabriele per il punto decisivo, dopo 29 minuti di gioco.

Quinto set con Lagonegro che dal 2-3 riesce ad andare sul 8-3 del cambio campo, complici i soliti errori dell’Alessano e l’efficacia del muro biancorosso; mister Mastrangelo corre ai ripari inserendo Bonante per Lucas Salim. Piscopo e soci ritrovano la verve e riescono a ridurre lo svantaggio arrivando al -1 (8-9). La rincorsa però si ferma qui, perché Lagonegro ritorna a martellare in attacco e trova un rassicurante +4 (12-8); Galabinov si procura il primo di tre matchpoint (14-11): Cernic annulla il primo, ma al secondo tentativo ancora il laterale bulgaro, naturalizzato italiano, sigla il punto del 15-12 dopo 20 minuti.

Il tabellino:

Aurispa Alessano: Muccio 6, Marzo, Cernic 24, Lucas Salim 1, Bonante, Bulfon n.e., Torsello n.e., Baldari, Russo (L), Borgogno 13, Argilagos 19, Piscopo 15. All. Mastrangelo, ass. coach Bramato.

Ace 6, B.S. 9, Muri 11. Ric.: pos. 70%, perf. 28%. Att. 52%

Basi Grafiche Geosat Lagonegro: Kvalen 24, Fortunato (L), Cubito 12, Da Silva, Gabriele 3, Boesso n.e., Maiorana (L), Boscaini 15, Zonno n.e., Giosa 10, Galabinov 12, Piazza 3, Pizzichini. All. Falabella, ass. coach Denora Caporusso.

Ace 6, B.S. 14, Muri 11. Ric.: pos. 64%, perf. 15%. Att. 56%

Arbitri: Grassia Luca della sezione di Roma e Autuori Enrico della sezione di Salerno.

Parziali: 16-25; 25-22; 24-26; 25-20; 12-15. Durata set: 22‘; 26‘; 33‘; 29’; 20’.

Area comunicazione Pallavolo Azzurra Alessano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *