• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cronaca, Tricase

PAOLO DA 44 ANNI CERCA LA MADRE

TRICASE – Abbiamo letto un post su facebook, uno dei tanti che girano, ma non potevamo fare finta di niente, anche perché il nostro paese, Tricase, è il luogo dove comincia questa storia, quella di Paolo, che da quando è nato, non ha mai smesso di cercare sua madre.

Maria Assunta Naddeo, compagna di Paolo, scrive su facebook: “Il 19 Febbraio del 1972 alle ore 08:40 nella casa posta in Tricase, in Via Pio X n 4 (sicuramente corrispondente ALL’ AZIENDA OSPEDALIERA G. PANICO???) una donna ha partorito un bambino di sesso maschile. L’ostetrica che ha prestato assistenza al parto e che ha redatto il relativo certificato è BRESCA CATERINA, nata in Monopoli il 21 marzo 1921 e residente in Tricase. Il giorno 28 Febbraio del 1972 alle ore 08:30 la stessa Ostetrica si reca nella Casa Comunale per la dichiarazione di nascita. L’ufficiale di Stato Civile presente è il Dr. ITALO SANTORO, e due testimoni Sig. PISANELLI GIUSEPPE, nato a Tricase il 03 agosto 1921 e residente in Tricase, e VENTOLA GIOVANNI nato a Tricase il 08 dicembre 1924 e residente in Tricase.

Al bambino viene dato il nome di PAOLO ed il cognome di NOVIDI. Il bambino viene poi portato all’ Istituto Provinciale di Assistenza All’ infanzia di Lecce. Viene battezzato il giorno 11 maggio del 1972 presso la Parrocchia San Lazzaro di Lecce, sita in Via San Lazzaro n 40. La madrina di battesimo è la Sig.ra GRECO ROSA di NOVOLI.”

Paolo fu adottato, è cresciuto in provincia di Napoli dove vive tutt’ora; ha vissuto un infanzia tranquilla, fino all ‘età di 25 anni, quando tramite i genitori stessi , scopre di essere stato adottato. E’ qui che comincia la sua battaglia, quella ricerca della madre senza sosta che lo porta nel Salento, facendo vari appelli su internet e su giornali locali di Tricase e Lecce, ma senza avere successo. Paolo, sposato e con 2 figli, chiede un piccolo aiuto, prima che sia troppo tardi, e noi di Tricasenews.it invitiamo i nostri lettori a spargere la voce, in fondo non costa nulla, ma in compenso, Paolo potrebbe riabbracciare sua madre, dando un lieto fine a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *