• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Asl, Cronaca, Salento, Sanita'

PAZIENTE SI PORTA LENZUOLA DA CASA IN OSPEDALE

di  http://www.sanitasalento.net/si-porta-le-lenzuola-casa-ospedale/

Lenzuola di casa per cambiare il letto dell’ospedale. E’accaduto nel giorno di festa ognissanti, nel reparto di chirurgia di Gallipoli, quando una donna avrebbe chiesto di sostituire la biancheria al marito ricoverato, che però non ha potuto usufruire delle lenzuola ospedaliere, perché nel giorno festivo non erano disponibili.

Una cosa che si ripete tutti i giorni festivi da oramai un mese e più, e non soltanto in chirurgia. Almeno stando a sentire il personale del reparto, sindacalisti, medici del 118, tanto che il direttore sanitario dell’ospedale, ha chiesto alla ditta, la Lavit, di effettuare un inventario del materiale di consumo per singolo reparto.

Ci sono infatti aree ospedaliere che hanno necessità di avere una scorta maggiore di lenzuola rispetto ad altre, per la tipologia di pazienti, come per esempio: il pronto soccorso, dove sono frequenti i sanguinamenti, lo stesso 118 che solitamente lascia la biancheria nel pronto soccorso dove consegna il paziente, così anche la ginecologia e la chirurgia, dove é più facile che le lenzuola si sporchino.

Quello che non si capisce é come sia potuto accadere che un cittadino abbia fatto ricorso alle lenzuola di casa, visto che per contratto la Lavit consegna tanto materiale pulito, quanto ne viene restituito sporco. Non solo, ma il fabbisogno di biancheria di ogni singolo reparto, è stato concordato a monte con i vari caposala. Sembra strano che nei giorni festivi, quando gli addetti alla consegna non lavorano e c’è meno personale in corsia, le lenzuola spariscano.

E’ quello che é successo anche a Casarano, dove in una abitazione privata, si vedono stese ad asciugare le lenzuola dell’ospedale.

tricasenews_lenzuola-lavit-presso-abitazione-1

In effetti a sentire la ditta, sono stati già effettuati degli incrementi di dotazione di biancheria nei vari reparti, proprio nella chirurgia di Gallipoli sono stati già fatti per due volte, compresi 15 cuscini consegnati dopo la richiesta della dottoressa Paolini, direttrice amministrativa del nosocomio.

Salvo poi trovare brutte sorprese, come quella riscontrata tra i rifiuti speciali della chirurgia, dove gli addetti della Lavit, avrebbero trovato diverse traverse buttate, invece di essere consegnate per essere lavate e riutilizzate. Oppure come le lenzuola strappate e lasciate sulle sedie del reparto di pediatria, sempre di Gallipoli. O ancora biancheria usata dagli operai e messa nei sacchi neri per buttarla, come è avvenuto nel centro trasfusionale di Galatina, dove i copriletti sono stati usati come tappeti.

tricasenews_lenzuola-nella-terra

Per fortuna il materiale é stato in parte recuperato dagli addetti della Lavit che domani comincerà a girare per i reparti del Sacro Cuore e stilare nuovamente l’inventario sulla dotazione e il fabbisogno di biancheria, che in alcuni casi é da incrementare, come nella ginecologia e ostetrica che ha effettivamente registrato un aumento del turn over delle pazienti, a quanto riferisce la stessa ditta, ma in altri casi l’incremento di lenzuola non sarebbe tanto giustificato. “In pneumologia – dice Francesco Maglio responsabile della consegna biancheria – é il quarto inventario che facciamo, nonostante ciò, il reparto si ritrova senza neanche una coperta.

Nei reparti con pazienti più gravi, che richiedono accompagnatori o badanti, l’ammanco di biancheria è maggiore – aggiunge, e conclude – la Lavit consegna anche in altre Asl della Puglia, ma in quella leccese il margine di ammanco è del 60% in più rispetto alle altre.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *