• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cultura, Eventi, Tricase

PREMIO GIORNALISTICO “IL VOLANTINO” A BARBARA STEFANELLI CHE, TRATTANDO DEI TEMI DELLA DONNA…

TRICASE – Siamo alla 8^ Edizione del Premio giornalistico che prende il nome dal Settimanale “Il Volantino” di Tricase. Un foglio settimanale di cronaca e dibattito cittadino che esce puntualmente da venti anni e che vive dell’appoggio dei Lettori.

E’ per loro e grazie a loro che, anche quest’anno, abbiamo organizzato il Premio che vede ospite Barbara Stefanelli, vice direttore vicario del prestigioso Corriere della Sera.

Quando la contattammo, temevamo che la risposta sarebbe stata negativa, un “grazie ma non posso”. Il numero Due del Corriere, il più grande quotidiano italiano, che accettava di venire come ospite di un piccolo settimanale di periferia? Avrebbe acquisito informazioni e avrebbe declinato l’invito, certo in maniera cortese. Ed invece eccoci qua.

Altri famosi Giornalisti ci hanno onorato della loro presenza, spiazzati, forse, dall’audacia dei nostri inviti, ma cogliendo, forse, il significato di un giornale locale di comunità, di un micro media strumento di partecipazione alla vita cittadina.

Come qualcuno dice, si può trattare di questioni nazionali anche parlando di questioni locali. E’ una verità che non elimina, però, il piacere ed il gusto di un confronto con altre realtà, per avere spunti di conoscenza diretta e così allargare i nostri orizzonti.

E’ questo che il Premio vuole fare: non una cerimonia, magari bella ma fine a se stessa, ma una occasione per collegare la periferia con il centro, per inserire le questioni locali in quelle nazionali e mondiali, per abituarsi all’apertura ed al confronto.

La scelta di Barbara Stefanelli è innanzitutto per un legame della Premiata con il nostro territorio, stanti le sue origine salentine.

Ma è anche perché volevamo tornare a premiare una donna; dopo Serena Dandini, era importante riequilibrare la bilancia dei premiati che vedeva una predominanza maschile. E nessuno più di Barbara Stefanelli poteva rispondere meglio a questa scelta.

La Stefanelli è infatti non solo la prima donna a ricoprire un ruolo di vertice in un giornale nazionale come il Corriere ma è una giornalista che ha a cuore proprio i temi della donna; i tempi del lavoro e della conciliazione lavoro-famiglia; il ridisegnarsi dei ruoli all’interno della coppia e poi le problematiche educative dei figli; tutte questioni delle quali, anche di recente, la Stefanelli ha scritto.

La ringraziamo quindi per essere qui a Tricase a ritirare il Premio come ringraziamo tutti coloro che hanno dato un contributo alla organizzazione della serata.

MOTIVAZIONE

A Barbara Stefanelli che, trattando dei temi della donna, ha offerto spunti di riflessione sulle trasformazioni dei ruoli femminile e maschile, analizzando i risvolti dei nuovi spazi lavorativi e dei mutati equilibri di coppia ponendoli in relazione con le nuove sfide educative nel sempre attuale ricordo dei valori della sua terra d’origine che ha sempre visto nelle relazioni familiari e comunitarie una imprescindibile dimensione della vita.

Gli altri protagonisti della serata:

Claudio Scamardella è il direttore del Nuovo Quotidiano di Puglia, che esce in provincia di Lecce come Quotidiano di Lecce.

Teresa Bellanova è parlamentare e Vice Ministro allo Sviluppo Economico

Ringraziamenti particolari a:

MIMMO CAMASSA che ha offerto un suo dipinto alla Premiata.

Mimmo Camassa nasce a Bari nel 1964 e vive a Tricase. Frequenta il Liceo Artistico, poi, per due anni, l’Accademia di Belle Arti per poi partecipare a corsi di Arte Sacra. Dal 1986 inizia come autore come Madonnaro poi dedicandosi alla pittura sacra; espone in mostre prima in Puglia e poi sul territorio nazionale: Milano, Roma, Bologna, Ferrara. Riconoscimenti particolari: Lettera di ringraziamento del Vaticano nel 2005; invito come autore nella rubrica Dettagli d’autore su UnoMattina RAI1. Hanno parlato di lui: Alessandro La Porta, Carlo Franza, Donato Valli, Vincenzo Abati, Vito Bianchi.

FONDERIE DE RICCARDIS che ha coniato il trofeo da consegnare alla Premiata.

Da oltre cinquanta anni opera con successo nel campo della produzione dei getti in ghisa per applicazioni meccaniche con un forte orientamento a produzioni ad elevato contenuto tecnologico. Ha sede in Galatina ed è distribuita su 13 ettari con una attenzione particolare al rispetto dell’ambiente.

MADÀ di Mauro D’Aversa che ci ha offerto lo spazio per affiggere il poster

Un ringraziamento alla Provincia di Lecce, al Comune di Tricase ed al Comune di Botrugno per aver concesso il Patrocinio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *