• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Cronaca, Salento

PROTEZIONE CIVILE, SALENTO 2016 – TRE GIORNI DI ESERCITAZIONE NEL LECCESE

Testare la tempestiva operatività delle strutture coinvolte nel sistema di protezione civile in contesti di emergenza differenti: questo l’obiettivo della grande esercitazione “Salento 2016” tenutasi nei giorni scorsi in provincia di Lecce e che ha visto il coinvolgimento dei comuni di Cutrofiano, Maglie, Diso, Lecce, Melendugno-Torre dell’Orso, Muro Leccese e Gallipoli e di oltre 500 volontari

Si è svolta dal  22 aprile al 24 aprile l’Esercitazione Regionale di Protezione Civile denominata “Salento 2016”: teatro della simulazione, che prevedeva diversi scenari di rischio, alcuni Comuni della Provincia di Lecce concampo base a Santa Maria di Miggiano di Muro Leccese presso una discarica dismessa.
“Salento 2016” è stata promossa dalla Regione Puglia – Sezione Protezione Civile, con il Coordinamento delle Associazioni di Protezione Civile della provincia di Lecce ed in collaborazione con i Coordinamenti delle Organizzazioni di Protezione Civile delle province pugliesi, con la Prefettura di Lecce ed il Dipartimento Protezione Civile Nazionale.
L’esercitazione, di tipo operativo, ha visto il coinvolgimento dei Comuni di Cutrofiano, Maglie, Diso, Lecce, Melendugno-Torre dell’Orso, Muro Leccese e Gallipoli, coinvolti nella simulazione, e dei corpi dei Vigili del Fuoco, Corpo Forestale dello Stato, Croce Rossa Italiana, 118, CNSAS – Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – e Aeronautica Militare che ha messo a  disposizione un elicottero della base di Gioia del Colle.
Circa 500 i volontari presenti con mezzi ed attrezzature e con la colonna mobile regionale.

Sette gli scenari di intervento: oltre al montaggio del campo e dei vari servizi con gli allacciamenti alle relative utenze, sono state testate le seguenti attività:
– costituzione dei COC (Centro Operativo Comunale) di tutti i comuni interessati dai vari scenari dell’esercitazione;
– rcupero disperso;
– allestimento e collegamento reti radio alternative fra CCS (Centro Coordinamento dei Soccorsi), COM (Centro Operativo Misto) e COC;
– ricerca e catalogazione su mappa dei reperti ritrovati dopo incidente aereo;
– assistenza evacuazione plesso scolastico;
– spiaggiamento di idrocarburi sulla costa a seguito di sversamento in mare;
– ripristino viabilità dopo nubifragio;
– sbarco di circa 150 profughi provenienti da zone di guerra.

Il contesto esercitativo è stato strutturato in modo da testare la tempestiva operatività delle strutture coinvolte nel sistema di protezione civile in contesti di emergenza differenti. L’ultima giornata è stata dedicata allo smontaggio di tende e campo, alla bonifica dell’area e alla cerimonia di chiusura, tenutasi presso il Santuario di Montevergine, nel comune di Palmariggi, alla presenza delle autorità e dei Sindaci dei comuni coinvolti nelle esercitazioni.
Per “Salento 2016” è stata creata una apposita pagina facebook:“ESERCITAZIONE REGIONALE “SALENTO 2016” sulla quale si possono leggere i post delle varie associazioni partecipanti e visualizzare le varie fasi dell’esercitazione attraverso le foto e video inseriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *