• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Attualità, Cronaca, Salento

Puglia, Anas: aperte al traffico quattro corsie ultima tratta della S.S. 16 “Adriatica” tra Maglie ed Otranto

Grazie all’apertura di oggi, la statale tra Maglie ed Otranto – ad eccezione di un breve tratto di circa 500 metri – è percorribile a due corsie per senso di marcia

Anas, questa mattina, ha aperto al traffico – a quattro corsie – l`ultimo tratto tra il km 995,600 ed il km 999,100 della strada statale 16 “Adriatica” tra Maglie ed Otranto, in provincia di Lecce, interessato dai lavori di allargamento ed ammodernamento. Con l`apertura al traffico di oggi, si completano i lavori lungo l`intero tratto Maglie-Otranto (tra il km 985,000 ed il km 999,100) di 14 km divenuti così percorribili a due corsie per senso di marcia, senza alcuna interruzione per la viabilità, ad eccezione di un breve tratto – in carreggiata nord, direzione Otranto-Maglie – dal km 987,100 al km 986,600, dove al momento è percorribile la sola corsia di sorpasso, con limite di velocità di 40km/h.

Nell`ambito di quest`ultimo tratto è stato comunque realizzato un intervento di messa in sicurezza dell`intersezione tra la SS16 e la strada provinciale per Bagnolo del Salento. Prima di oggi, la circolazione in quel tratto veniva deviata lungo viabilità alternativa e, lungo il tratto di SS16, il traffico poteva usufruire esclusivamente di un`unica corsia per senso di marcia, per una larghezza complessiva di 10,50 metri; erano inoltre presenti numerosi incroci a raso ed accessi per l`immissione diretta sull`asta principale.

Grazie ai lavori di ammodernamento sono, quindi, state realizzate due carreggiate con due corsie per senso di marcia, separate da uno spartitraffico centrale, per una larghezza complessiva della sede stradale di 21,5 metri ed un importante sistema di viabilità secondaria e terziaria di accesso ai territori e terreni circostanti. Gli interventi hanno permesso altresì l`eliminazione degli incroci a raso pericolosi, innalzando quindi notevolmente gli standard di sicurezza stradali, oltre a permettere una diminuzione dei tempi di percorrenza della tratta di circa 15 minuti.

Tali lavori hanno reso il tratto Maglie-Otranto della strada statale 16 `Adriatica` una strada con caratteristiche di extraurbana principale: nel rispetto del vigente Codice della Strada, quindi, lungo l`itinerario dal km 985,450 al km 999,100 è vietata la circolazione a velocipedi, ciclomotori, motocicli di cilindrata inferiore a 150cc, motocarrozzette di cilindrata inferiore a 250cc, macchine agricole e macchine operatrici.

Il limite di velocità è fissato a 110 km/h, ed esclusione del tratto in corrispondenza della variante di Palmariggi ove vigono i 90 km/h; inoltre, nei tratti in corrispondenza degli svincoli di Maglie e di Otranto la velocità si ridurrà progressivamente a 40 km/h con divieto di sorpasso, secondo le vigenti normative in materia. I lavori hanno riguardato il tratto di statale 16 tra i territori comunali di Maglie, Muro Leccese, Palmariggi, Giurdignano ed Otranto, situati nella provincia di Lecce; l`importo complessivo dell`intervento è pari ad oltre 80 milioni di euro, circa la metà dei quali finanziati attraverso Programma Operativo Nazionale – Settore Trasporti, Quadro Comunitario di Sostegno 2000-2006 – ed un`altra metà finanziati attraverso il Piano Investimenti Anas 2007-2011.

Anas segnala infine che lungo la tratta di SS16 compresa tra Maglie ed Otranto prenderanno il via, nel corso del prossimo anno, interventi per la realizzazione di un percorso lento per la fruizione del paesaggio da Maglie ad Otranto, consistente nella realizzazione opere in verde (piantumazione di essenze vegetali nei tratti attigui ai margini della statale, etc.), oltre alla esecuzione di un itinerario ciclabile (di circa 20 km, in tappeto di usura di colore rosso) di spiccata valenza paesaggistica, finalizzato alla valorizzazione dei beni storico-culturali e naturalistici presenti nella zona attraversata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *