• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Economia, Lavoro, Regione Puglia

Puglia, la Regione estende gli incentivi volumetrici del “Piano Casa” a piccoli commercianti e artigiani

PUGLIA – Le nuove misure di semplificazione in materia di urbanistica ed edilizia, con la modifica all’articolo 3 della legge regionale numero 14 del 30 luglio 2009, approvata nel corso della seduta del consiglio regionale pugliese dell’11 ottobre scorso, estendono gli interventi di ampliamento della volumetria dell’immobile anche agli esercizi di vicinato, alle piccole botteghe artigiane e ai laboratori per arti e mestieri.

Grazie a tale modifica, infatti, «possono essere ampliati, nel limite del 20 per cento della volumetria complessiva, e comunque per non oltre 300 metri cubi … esercizi di vicinato, laboratori per arti e mestieri e locali per imprese artigiane», finora esclusi dal beneficio.

«Meglio tardi che mai», commentano Luigi Derniolo, presidente di Confartigianato Imprese Lecce e Luigi Marullo, presidente della categoria Costruzioni.

Già nel lontano 2009, l’allora consigliere regionale Mario Vadrucci, recependo le istanze del mondo artigiano, presentò una proposta di legge (numero 378 del 17 dicembre 2009) in cui si chiedeva, appunto, di estendere le misure del Piano casa, in particolare gli incentivi volumetrici, anche alle piccole attività commerciali ed artigianali. Ma tale proposta non fu mai discussa in Consiglio.

Dopo ben sette anni, durante i quali la recessione ha fortemente penalizzato il comparto delle costruzioni e l’economia in generale, finalmente la proposta di ragionevolezza, avanzata a suo tempo da Confartigianato, ha trovato accoglimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *