Senza categoria

RENZI, L’ILVA I BAMBINI, I PEDIATRI E LE SOLITE PROMESSE NON MANTENUTE.

I pediatri tarantini scrivono a Renzi: “Non risponde all’appello”

I pediatri tarantini non si arrendono e tornano alla carica. Il premier Matteo Renzi aveva promesso loro un incontro per discutere della difficile situazione sanitaria a Taranto, ma nulla è successo sinora. Ed è così che i pediatri scrivono una nuova lettera indirizzata al presidente del Consiglio e firmata dalla dott.ssa Annamaria Moschetti dell’associazione culturale Pediatri Puglia e Basilicata, dal Neonatologo responsabile della Terapia Intensiva Neonatale all’ospedale SS. Annunziata di Taranto, Oronzo Forleo, e dal presidente dell’Associazione Onlus Delfini e Neonati per la neonatologia, Dora Tagliente. “Il premier Matteo Renzi, pur


avendo preso l’impegno durante la visita a Taranto del settembre scorso, non ha ancora risposto all’appello dei pediatri di Taranto, che chiedevano di incontrarlo per discutere dell’emergenza sanitaria e ambientale nel capoluogo jonico legata all’inquinamento Ilva e degli altri insediamenti industriali”, si legge nella lettera. Di fatti il premier, durante la sua visita a Taranto dello scorso 13 settembre, aveva promesso di chiamare la dott.ssa Moschetti, cosa che non è avvenuta, come scrivono i tre firmatari della missiva che aggiungono: “l’incontro con l’onorevole Davide Faraone cui la segreteria di Renzi aveva delegato il compito di incontrare i pediatri per la non disponibilità del primo ministro, incontro che si sarebbe dovuto svolgere il 25 settembre, è stato annullato senza preavviso alcuno”. Siamo già alla terza sollecitazione – l’8 settembre ce ne fu un’altra – da parte dei pediatri, che “rimangono pertanto in attesa di riscontro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.