• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Economia, Puglia, Salento

“RILANCIARE IL RUOLO DEI CONFIDI A FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE”

Brigante: «Indispensabile dar forza al sistema della garanzia al fine di cogliere i primi segnali di ripresa del ciclo produttivo»

«Il tema dell’accesso al credito a favore delle micro e piccole imprese resta il nodo centrale per agganciare la ripresa. Pertanto è necessario rilanciare il ruolo dei confidi».

Corrado Brigante, presidente della cooperativa «L’Artigiana» di Lecce, ritiene indispensabile dar forza al sistema della garanzia, al fine di cogliere i primi segnali di ripartenza del ciclo produttivo e finanziare anche le piccole aziende escluse dagli istituti di credito perché poco patrimonializzate.

Alla luce della costante riduzione dei prestiti a scapito delle Pmi, per il presidente, «diventa fondamentale condividere alcune riflessioni e proposte sulle strategie da adottare con l’obiettivo di superare le criticità nell’accesso al credito. Ora più che mai è necessario riconoscere la funzione dei confidi come partner delle imprese in un mondo sempre più globalizzato.

Occorre – aggiunge Brigante – creare un’alleanza tra tutti i soggetti, pubblici e privati, per ottimizzare gli interventi in materia e migliorare l’utilizzo delle risorse destinate a supportare economicamente le piccole e micro imprese».

Pur consapevoli che la vera criticità sia rappresentata da un elevato tasso di sofferenze, per il presidente, «non bisogna mai dimenticare che i confidi hanno rappresentato e continuano a rappresentare, anche in questa lunga e difficile fase di recessione, una sorta di ciambella di salvataggio per gran parte delle aziende che operano nella nostra provincia».

I confidi risultano ancora «credibili» nei confronti delle banche, grazie a un buon livello del coefficiente di solvibilità, a una quota di garanzia che sta tornando a crescere e a un ammontare di sofferenze che finalmente sembra ridursi e si mantiene al di sotto di quello generato dalle imprese non assistite da garanzia.

Per un vero rilancio dei confidi, prosegue Brigante, «dovrebbe essere incoraggiata una riforma del Fondo Centrale, in considerazione dell’impatto che molte rigidità burocratiche hanno determinato sul sistema imprenditoriale e indirettamente anche sul sistema Paese nel suo complesso e sul bilancio dello Stato».

«Come presidente di un’importante cooperativa di garanzia – conclude il presidente – ribadisco con forza la necessità di salvaguardare la piena operatività del sistema dei confidi, improntato sul principio della mutualità, che ha il compito prezioso di ridurre le distanze tra il mondo imprenditoriale e il sistema bancario».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *