• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Provincia di Lecce, Salento, Trasporti, Turismo

RIPARTE IL 1° GIUGNO SALENTO IN BUS

SALENTOSi parte da giovedì 1° giugno. Torna puntuale, anche quest’anno, con tante novità, “SalentoinBus”, il servizio di trasporto pubblico estivo organizzato dalla Provincia di Lecce, rivolto a chi è in vacanza nel Salento, ma molto utilizzato anche dagli stessi salentini.

Si è svolta ieri, a Palazzo Adorno a Lecce, la presentazione di “SalentoinBus 2017” che, grazie alla collaborazione del consorzio Cotrap e delle aziende consorziate che esercitano sulle linee interessate, è stato ampliato a quattro mesi: partirà il 1° giugno per terminare il 30 settembre, coprendo così l’intera stagione estiva.

Il servizio di trasporto “SalentoinBus” si articola su 9 linee principali, integrate da 18 linee secondarie locali, che permettono di raggiungere tutto il territorio salentino.

Sono, inoltre, previste coincidenze con i collegamenti per gli aeroporti di Brindisi e di Bari, e per alcuni Comuni della Valle d’Itria (San Pancrazio Salentino, Manduria, Taranto). Gli orari di partenza e di arrivo di “Salento in Bus” sono stati studiati per consentire la massima integrazione con i mezzi a lunga percorrenza, in particolare con gli orari della navetta per l’aeroporto dall’Air Terminal di Lecce.

Per illustrare i dettagli dell’edizione 2017 (percorsi, orari e modalità di effettuazione del servizio) sono intervenuti in conferenza stampa il presidente della Provincia Antonio Gabellone, il consigliere provinciale Renato Stabile, il dirigente Pianificazione dei servizi di trasporto Giovanni Refolo, l’assessore al Turismo del Comune di San Pancrazio Raffaella Rucco. il consigliere provinciale Massimiliano Romano, i tecnici della Provincia Antonio Di Sansimone e Gabriele Tecci e i vettori delle linee interessate.

Il presidente Antonio Gabellone ha dichiarato: “L’alleanza strategica tra pubblico e privato ci permette di offrire un servizio rafforzato nella qualità e nel tempo. Già lo scorso anno le cifre raggiunte sono state importanti e siamo fiduciosi anche per la stagione in partenza. In un settore, quello della mobilità, che in questi giorni torna di moda in maniera negativa, noi ci sforziamo di migliorare i collegamenti all’interno dell’ambito territoriale provinciale, ma speriamo che lo stesso impegno venga profuso da Regione e Governo centrale per i collegamenti e il trasporto su rotaie e aeroportuale. Il rischio è che i nostri sforzi possano altrimenti vedere dimezzato il risultato per ragioni di ordine regionale e nazionale”.

“SalentoinBus” è un risultato che certifica l’impegno dell’Ente Provincia, un ente cerniera tra i governi locali e il Governo regionale, che opera per garantire servizi omogenei su tutto il territorio provinciale. Speriamo possa essere di buon auspicio, perché il legislatore possa riconsiderare l’architettura dello Stato sui territori”, ha concluso il presidente.

E’ stato il consigliere Renato Stabile ad entrare nel merito delle novità: “Quest’anno avremo 60 giorni di alta stagione, contro i 20 dello scorso anno, che vuol dire avere 20 corse giornaliere, contro 12. Inoltre, ci sarà un call center bilingue attivo dalle 7 alle 22. Altri obiettivi importantissimi: 9 corse al giorno (5-24) con l’aeroporto; un collegamento con la Valle d’Itria che arriva fino a Manduria; una tratta che andata e ritorno da Bari; un costo dei biglietti molto più contenuto rispetto ad altri collegamenti simili nel Nord d’Italia”.

“SalentoinBus è un servizio che è costantemente cresciuto in questi ultimi tre anni. Il mio appello alla Regione non è per sostenere il servizio in sé, che stiamo realizzando lo stesso senza alcuna risorsa, solo grazie alla collaborazione e alla sinergia con i vettori e il territorio; ma continueremo, invece, a chiedere che l’Ente regionale finanzi la parte relativa al ristoro dei viaggiatori, vale a dire l’installazione delle pensiline di attesa e di un bagno chimico allo snodo di Gallipoli”.

Ulteriori novità sono state evidenziate dal dirigente alla Pianificazione dei servizi di trasporto Giovanni Refolo, nonché direttore generale del’Ente: “Per ciò che concerne la bigliettazione, accanto al sistema tradizionale di acquisto nei centri autorizzati e sui mezzi, abbiamo voluto affiancare quest’anno l’utilizzo dell’App di livello nazionale My Cicero, che permette, ad esempio, di acquistare direttamente il biglietto Milano –Gallipoli anche se sono mezzi differenti, poiché interagisce con le reti nazionali e quelle locali; inoltre, permette la geolocalizzazione del mezzo, in tal modo il turista può avere cognizione del punto più vicino a cui fare riferimento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *