• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Alessano, Ambiente, Cronaca, Tricase

S.S. 275, NOVE INDAGATI PER I RIFIUTI TOMBATI

SALENTO – Rifiuti tombati lungo il tracciato della S.S. 275. Due discariche, una in contrada Matine in agro di Alessano di oltre 6mila metri quadri e l’altra a poche centinaia di metri ricadente nel comune di Tricase.

Discariche che incrociano il tracciato del vecchio progetto della Maglie-Leuca. Progetto annullato in data 21 novembre da Anas, un’opera da 288 milioni di euro sulla quale cala ora un velo d’incertezza.

Per le due discariche ci sono nove indagati in un’inchiesta della Procura della Repubblica di Lecce.

Sono sindaci e imprenditori.  Le iscrizioni nel registro degli indagati rappresentano un atto dovuto. E il reato che si ipotizza è quello di gestione di rifiuti non autorizzata,non è possibile stabilire con certezza quando i rifiuti siano stati depositati nelle discariche e quindi i sindaci coinvolti fanno riferimento a un periodo temporale approssimativo per cui il reato potrebbe essere anche prescritto.

Per la discarica di Alessano, risultano indagati un imprenditore, tre ex sindaci di Alessano e di Corsano.

Per non aver provveduto a bonificare l’altra discarica, il procuratore aggiunto Elsa Valeria Mignone ha iscritto altri cinque nominativi nel registro degli indagati. due imprenditori e tre amministratori comunali di Tricase.

Nelle discariche erano stati interrati scarti di lavorazione dell’industria tessile e calzaturiera e rifiuti sanitari. I risultati delle analisi eseguite dalla Asl non hanno fornito elemento riguardo alla pericolosità dei rifiuti tali da ipotizzare il reato di omessa bonifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *