• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Politica, S.S. 275, Tiggiano, Tricase

S.S. 275, IL SINDACO CARLO CHIURI: “SE TRICASE SCEGLIE LA “COSIMINA” NESSUN RISCHIO IDROGEOLOGICO”

TRICASE – Il Sindaco di Tricase Carlo Chiuri interviene sulla ormai annosa questione del 2° lotto della strada statale 275 che va da Montesano Salentino a Santa Maria di Leuca dopo la seguente dichiarazione del Sindaco di Tiggiano Ippazio Morciano “Se il Comune di Tricase adotta la variante est, passando per la S.p. 335 (Cosimina) la strada statale 275 sara’ un disastro in termini di sicurezza perche’ transiterebbe su un’area a rischio di dissesto idrogeologico”.

Carlo Chiuri ribadisce che durante il Consiglio Comunale aperto svoltosi circa un mese fa Anas prospettava la soluzione a Est senza evidenziare un rischio di dissesto idrogeologico:

“La dichiarazione dell’amico sindaco di Tiggiano circa un presunto “disastro in termini di sicurezza” che il comune di Tricase avallerebbe nel caso in cui dovesse scegliere la variante Est per il passaggio della 275 nel proprio territorio, mi ha allarmato, e non poco.

Perché quella scelta, a meno che io non ricordi male, rappresentava una delle due ipotesi che Anas illustrò e prospettò in occasione del Consiglio comunale aperto di un mese fa circa. E non mi sembra che in quell’occasione Anas abbia aggiunto che se Tricase avesse scelto a favore del passaggio ad Est, con la riqualificazione della cosiddetta “Cosimina”, ci saremmo trovati con una prospettiva di “rischio di dissesto idrogeologico”, così come il sindaco di Tiggiano paventa.

Ciò premesso, desidero precisare che il lavoro delle Commissioni consiliari di riferimento con l’impegno di prospettare al Consiglio comunale una proposta, quanto più unitaria possibile, sulla decisione finale da adottare in merito alla scelta da compiere, non è il lavoro di quattro amici al bar, ma è un lavoro istituzionale di cui il Consiglio comunale dovrà necessariamente tenerne conto.

Detto questo, nessuno a Tricase, e men che mai l’amministrazione comunale, intende perseguire azioni di scontro politico-amministrativo con le comunità del Capo di Leuca. Non è mai accaduto in passato, non accadrà né oggi né in futuro. L’atto deliberativo che il Consiglio comunale di Tricase adotterà sarà una decisione che verrà affidata alle soluzioni tecniche di Anas e dei tecnici locali che affiancheranno i progettisti di Anas”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *