• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Alessano, Corsano, Rally, Salento, Specchia, Sport, Tiggiano, Tricase

SCUDERIA SALENTOMOTORI: DOPO IL RALLY DEI 5 COMUNI 2017

TRICASE –  Adamuccio vince, Passaseo e Fiorito inseguono e dimostrano le loro abilità, seguiti anche dalla sfortuna.

Il Rally dei Cinque Comuni, una gara tutta salentina, suggestiva con le sue prove speciali che si circondano sul territorio di Tiggiano, Corsano, Gagliano del Capo e Specchia, hanno incoronato l’equipaggio numero 5, composto dal forte Mauro Adamuccio e Salvatore Tridici a bordo della loro consueta Peugeot 207 S2000.

I pronostici erano quelli, già dettati dopo la stesura dell’elenco iscritti. Non era difficile formare il podio, anche se in “ordine” non specifico, ma la gara era sottoposta dai primi cinque, Laganà, Passaseo, Adamuccio, Mascia e Pepe.

Indiscussa la preparazione e la tenacia di Adamuccio, già vincitore lo scorso anno, con gli altri che già da subito hanno dimostrato di non voler distaccarsi molto da lui. Parte la prima prova speciale di Corsano, un percorso di 5,14 km, che per soli 1.1 sec. Adamuccio vince su Passaseo e 14 su Laganà. Nella seconda ps, Passaseo migliora su Adamuccio, con un distacco di soli 0.7 decimi, a seguire Laganà e Mascia.

Per Passaseo – Fiorito, portacolori della Salentomotori, a bordo della Skoda Fabia R5 del team Colombi, compromettono la loro gara sulla terza ps, dove un 360° gli fa perdere oltre 30 sec. su Adamuccio, che in solitaria guida la classifica generale.

Terminate le tre prove speciali del sabato sera, tutte le vetture fanno rientro in parco chiuso, allestito nel cuore di Tricase, nella piazza principale dei Cappuccini.

Domenica mattina, ore 10.56 parte la prima prova di “Tiggiano”, un percorso di 11,76 km. A vincere la prova è nuovamente Adamuccio. I conti iniziano a stabilirsi, non potendo più avvicinarsi all’equipaggio capofila, la battaglia per completare il podio si fa in tre, Passaseo, Laganà e Mascia che danno il meglio di loro. Al primo passaggio della prova di Specchia arriva un vero e proprio colpo di scena, foratura per Passaseo, un dritto e spegnimento vettura per Laganà e un copia incolla di quest’ultimo anche per Mascia-Caroli. Il distacco tra Passaseo e Adamuccio è abissale, mentre con quello di Laganà è racchiuso a poco più di 2 secondi. Passaggio successivo, si ritorna sulla ps “Tiggiano”, Adamuccio comanda la classifica, Laganà giunge secondo, mentre Passaseo ad un tornante spegne la vettura, perdendo secondi preziosi, che gli compromettono il secondo posto assoluto.

Un Albino Pepe caparbio, coadiuvato dal suo amico e navigatore Pierpaolo Panico, presenti con una Mitsubishi Evo IX. Una gara per loro che poteva andare molto meglio, se non avessero accusato alcune noie meccaniche. Sin da subito Pepe ha dimostrato di voler far bene e di portare in casa Salentomotori un buon risultato, cosa che si è verificata con la vittoria di classe N4 e con il 5° posto assoluto.

Il nuovo equipaggio formato da Simone Melcarne e Marco De Rosa, con la piccola ma forte 106 A6 del Team Trodella hanno portato a conclusione la gara, giungendo al nono posto assoluto e vincendo la classe K10 e secondi di gruppo, oltre ad aver regalato emozioni sulle tortuose stradine.

Alesio De Santis e Antonio Marino stavano svolgendo una gara di tutto rispetto con la Renault Clio R3C del team Ferrara, giungendo nella classifica generale del sabato sera al 6° posto assoluto, successivamente costretti al ritiro per un errore, che gli ha compromesso la ripartenza della domenica.

Gara sfortunata per i due fratelli Luca e Nicola Negro, costretti al ritiro con la loro Citroen C2 R2B per problemi meccanici.

Un esordio sorprendente per il nuovo equipaggio, formato da Antonio Russo e Gabriele Sorrone, che con la piccola Citroen C2 RS hanno dimostrato un buon feeling, giungendo ai nastri di arrivo con il 14° posto assoluto, secondi di gruppo e primi di classe.

Ancora un nuovo equipaggio in gara, quello di Gianmarco Manco e Gianluca Stefanelli, due “ragazzini” amanti delle corse, che hanno percorso le prove speciali con una Citroen Saxo RS, messa a disposizione dal driver Donato Parrotto, giunti sulla classifica finale al 20° posto assoluto, quinti di gruppo e secondi di classe.

Gara terminata non bene per l’equipaggio Giangreco – Mergola, costretti al ritiro per un piccolo incidente.

Classifica dei primi cinque: Adamuccio – Tridici, Laganà – Invidia, Passaseo – Fiorito, Pepe – Panico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *