• Tricasenews.it è ancora in fase di aggiornamento, vi chiediamo un po' di pazienza qualora dovessero presentarsi rallentamenti o difficoltà nella navigazione. Grazie!
Ambiente, Cronaca, Regione Puglia, Salento

SE AVESSIMO DOVUTO CREDERE AI GIORNALI?

di Eleonora Ciminiello
Questo si chiede il Salento che ha lottato sino ad oggi per far sì che ciascun albero d’ulivo restasse dov’era. Se lo chiede chi ha trascorso un pezzo della sua vita sulla terra rossa, all’ombra degli alberi d’ulivo.

Se lo chiedono i cittadini che hanno trascorso i pomeriggi e le serate ad informare “chi non sapeva”, se lo chiedono tutti coloro i quali hanno lavorato ai ricorsi, se lo chiede ogni mente libera di questa terra.

Se avessimo creduto a loro OGGI quale sarebbe il panorama?
In quest’ottica e secondo il principio della lotta pacifica, silenziosa, ma comunque energica e vitale, IL SALENTO E I SALENTINI chiedono alla Puglia di NON ACQUISTARE DOMENICA 24 GENNAIO, quei quotidiani locali che hanno portato avanti le teorie MISTIFICATRICI dei ricercatori baresi.

L’informazione tutta si è spinta anche oltre: ha additato la magistratura come NON IDONEA A GIUDICARE LA SCIENZA, nascondendo sapientemente il nocciolo della questione.
LA MAGISTRATURA NON HA MAI VOLUTO GIUDICARE O INDAGARE LA SCIENZA, MA SOLO CHI, dietro il paravento della parola scienziato, dirigente, commissario, ha forse compiuto delle leggerezze grossolane.

LA MAGISTRATURA INDAGA SUI REATI, non su discipline che non potranno mai presentarsi a giudizio.
Con questo BOICOTTAGGIO il Salento manda un messaggio chiaro ad ogni testata:
OGGI L’INFORMAZIONE NON DIFENDE LA SCIENZA, ma degli uomini, più o meno potenti, più o meno noti e purtroppo forse anche più o meno onesti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *